B.

Gianpaolo GiacobboGianpaolo Giacobbo

Bassanonet.it

G8

L’Asparago Bianco di Bassano DOP in abito da sera

Gran Galà al Ca Sette in onore del bianco turione bassanese

Pubblicato il 17-05-2011
Visto 6.054 volte

B.

Con le cene di gala la stagione dell’asparago bianco di Bassano DOP si avvia alla conclusione. Villa Ca Sette sfodera il meglio di se per rendere onore al bianco turione nel migliore dei modi. Una serata realizzata con il contributo dell’Unione Ristoratori Bassanesi, dell’Unione del Commercio di Bassano e del Consorzio di tutela dell’Asparago Bianco di Bassano DOP. Presenti il sindaco della città Stefano Cimatti, il sindaco di Romano d’Ezzelino Rossella Olivo, l’assessore Massimo Ronchi, il Presidente del’Unione del Commercio di Bassano Teresa Cadore . In una serata dal clima ottimale, gli invitati al Galà si sono ritrovati nel giardino della villa a condividere un buffet di gran rispetto come nello stile dello staff del ristorante. A ritmo incalzante, i presenti hanno potuto godere di una serie di antipasti che sembrava non avere fine. Dalle crudità di pesce, ai finger food, dalla polenta condita alle cappesante seguendo la fantasia dello chef che ha saputo interpretare in maniera esemplare questo ortaggio eclettico e sorprendente. Un buffet finito con il classico risotto agli asparagi. L’aria piacevole e il verde del giardino sembravano voler tenere in ostaggio gli ospiti che si sono poi spostati nella sala a volte dove un tempo c’erano le vecchie cantine. In un contesto davvero suggestivo arriva il protagonista della serata gli asparagi e uova alla bassanese un classico insuperabile accompagnati dal Vespaiolo di Firmino Miotti. Ma poi lo chef Alex Lorenzon ci vuole mettere del suo e presenta dapprima un suo tributo all’unità d’Italia con un tortello di asparagi e scampo, melanzane burrata e pomodoro Petrilli un viaggio sensoriale nella meditarraneità al profumo di origano. A seguire un branzino su insalata di patate e olive taggiasche con asparagi e salsa di acciughe del Cantabrico in un mix di delicatezza ed incisività. Il tutto con al calice il vigneto Rivana del vigneto Due Santi di proprietà della famiglia Zonta. Per finire una destrutturazione del cocktail Pina Colada freco, curioso, godibile e di gran personalità con il dindarello di Fausto Maculan. Un menù che sottolinea ancora una volta il meritato successo dello Chef bassanese e di tutto il suo staff. La serata si conclude con un omaggio floreale a tutte le signore presenti ad opera di Tiberio Bisinella. Quest’anno, con l’asaprago abbiamo festeggiato l’unità d’Italia speriamo il prossimo anno di festeggiare l’unità dell’Asparago di Bassano DOP. Chi ha orecchie per intendere intenda!

Più visti

1

Politica

15-05-2022

Essere o non essere

Visto 10.709 volte

2

Politica

15-05-2022

“Doc” Paolo

Visto 10.698 volte

3

Politica

15-05-2022

Sogno di una notte di Mezzalira

Visto 10.406 volte

4

Politica

15-05-2022

La profezia di Moro

Visto 10.204 volte

5

Politica

15-05-2022

Ancora Tu

Visto 9.604 volte

6

Attualità

16-05-2022

Da Platoon al Cartoon

Visto 8.644 volte

7

Attualità

17-05-2022

Tour de l’Avenir

Visto 8.308 volte

8

Politica

16-05-2022

Il nome della Rosa

Visto 7.994 volte

9

Politica

17-05-2022

La guerra dei Roses

Visto 7.677 volte

10

Attualità

18-05-2022

La Corazzata Manfrotto

Visto 7.234 volte

1

Politica

13-05-2022

Area qua

Visto 12.602 volte

2

Attualità

10-05-2022

Maria che Biosfera

Visto 11.808 volte

3

Cronaca

11-05-2022

Il fumo fa male

Visto 11.648 volte

4

Attualità

11-05-2022

Salute!

Visto 11.432 volte

5

Politica

15-05-2022

Essere o non essere

Visto 10.709 volte

6

Politica

15-05-2022

“Doc” Paolo

Visto 10.698 volte

7

Attualità

11-05-2022

Tanta Rob

Visto 10.639 volte

8

Attualità

12-05-2022

Caesars Palace

Visto 10.558 volte

9

Attualità

09-05-2022

La Cosa

Visto 10.495 volte

10

Attualità

12-05-2022

Cosa dolce Cosa

Visto 10.441 volte