Marostica
Marostica

Redazione Redazione
Bassanonet.it

On the road

Bolero sotto le stelle

Dance Raids: mercoledì 15 luglio Confcommercio e Comune di Bassano del Grappa con Operaestate ripropongono il programma dedicato alla danza urbana, quest’anno col ritmo “in crescendo” del Bolero di Ravel

Pubblicato il 14-07-2015
Visto 3.154 volte

Marostica

Sarà una serata all’insegna del Bolero di Ravel, quella di mercoledì 15 luglio, con oltre una 70 di danzatori a performare tra vetrine di negozi in centro storico, per l’occasione trasformate in piccoli palcoscenici, e la Piazza, dove si riuniranno tutti alle 21 alle 22 e alle 23 in un’unica coreografia sulle note di Ravel.
Un appuntamento presente nel cartellone di Operaestate Festival, ma anche nel programma Bassano da scoprire - Bassano sotto le stelle, l'iniziativa di Confcommercio Bassano che tutti i mercoledì di luglio prevede l’apertura serale dei negozi e tante attività ad animare il centro storico.
Progetto ormai tradizionale del festival, Dance Raids è un’esperienza di condivisione innovativa e insolita per riscoprire l’anima segreta dei centri storici, grazie a cui gli spazi pubblici diventano palcoscenico per giovani artisti della danza contemporanea, per portare questa forma artistica a un pubblico più vasto e per un contatto diretto anche con i più interessanti talenti della scena contemporanea.

Protagonisti della serata saranno la rete di insegnanti di danza No-Limita-C-Tions - nelle coreografie di Chiara Frigo, Laura Boato, Tiziana Bolfe, Lucy Briaschi, Michela Negro, Barbara Todesco, Selenia Mocellin, Giovanna Garzotto, Giulia Vidale - e i danzatori dei progetti LIFT e MiniLift; cui si aggiungono quest’anno i protagonisti del progetto Dance for Health Italia/Progetto Parkinson.
Protagonista in quest’edizione anche una delle più celebri composizioni per balletto: il Bolero di Ravel. Entrato nell’immaginario di un vastissimo pubblico grazie alla celebre coreografia di Maurice Béjart del 1961, la composizione, dal ritmo incalzante e ipnotico, fu in realtà commissionata al compositore spagnolo nel 1927 dalla danzatrice Ida Rubinstein, all’epoca in rottura con i Ballets Russes di Diaghilev, che chiese a Ravel una musica dal “carattere spagnolo”; e debuttò all’Opera di Parigi l’anno successivo, con immediato successo.
Per il 15 luglio non ci sarà bisogno di un palcoscenico teatrale, però: vero palcoscenico sarà il centro storico, con le sue architetture, animate a loro volta dalle Architetture del corpo create dai danzatori, che creano così una relazione con le architetture urbane e soprattutto con il pubblico, negli spazi della quotidianità riletti in chiave artistica, per vederli finalmente con occhi nuovi e scoprendoli parte di un processo creativo.

Più visti

1

Attualità

10-08-2022

Tu mi turbi

Visto 8.229 volte

2

Politica

09-08-2022

Crash Test

Visto 6.987 volte

3

Attualità

11-08-2022

Il quadro del Caravaggio

Visto 6.959 volte

4

Attualità

11-08-2022

C’era una volta Maria Meccanica

Visto 6.715 volte

5

Politica

12-08-2022

Cantando sotto la pioggia

Visto 6.660 volte

6

Attualità

09-08-2022

Slalom parallelo

Visto 6.571 volte

7

Attualità

09-08-2022

Benvenuti al Sud

Visto 6.308 volte

8

Imprese

11-08-2022

Latte millesimato

Visto 4.780 volte

9

Green Economy

09-08-2022

C’è un insetto nel biscotto

Visto 4.064 volte

10

Teatro

11-08-2022

Su fazzoletti di terra

Visto 3.481 volte

1

Attualità

26-07-2022

Il Genius della lampada

Visto 8.574 volte

2

Industria

27-07-2022

Le “Radici Future” crescono con la seconda edizione

Visto 8.519 volte

3

Attualità

10-08-2022

Tu mi turbi

Visto 8.229 volte

4

Politica

28-07-2022

Circus Pavan

Visto 7.651 volte

5

Politica

28-07-2022

La Novenovela

Visto 7.327 volte

6

Attualità

19-07-2022

Colpo di Genius

Visto 7.305 volte

7

Cronaca

19-07-2022

Signore delle cime

Visto 7.154 volte

8

Attualità

28-07-2022

Parco RAASM, la grande Oasi del territorio

Visto 7.141 volte

9

Politica

22-07-2022

Lucy in the Sky with Diamonds

Visto 7.049 volte

10

Politica

30-07-2022

Finché c’è VITA c’è Cunial

Visto 7.014 volte