RedazioneRedazione
Bassanonet.it

On the road

Bolero sotto le stelle

Dance Raids: mercoledì 15 luglio Confcommercio e Comune di Bassano del Grappa con Operaestate ripropongono il programma dedicato alla danza urbana, quest’anno col ritmo “in crescendo” del Bolero di Ravel

Pubblicato il 14-07-2015
Visto 3.575 volte

Sarà una serata all’insegna del Bolero di Ravel, quella di mercoledì 15 luglio, con oltre una 70 di danzatori a performare tra vetrine di negozi in centro storico, per l’occasione trasformate in piccoli palcoscenici, e la Piazza, dove si riuniranno tutti alle 21 alle 22 e alle 23 in un’unica coreografia sulle note di Ravel.
Un appuntamento presente nel cartellone di Operaestate Festival, ma anche nel programma Bassano da scoprire - Bassano sotto le stelle, l'iniziativa di Confcommercio Bassano che tutti i mercoledì di luglio prevede l’apertura serale dei negozi e tante attività ad animare il centro storico.
Progetto ormai tradizionale del festival, Dance Raids è un’esperienza di condivisione innovativa e insolita per riscoprire l’anima segreta dei centri storici, grazie a cui gli spazi pubblici diventano palcoscenico per giovani artisti della danza contemporanea, per portare questa forma artistica a un pubblico più vasto e per un contatto diretto anche con i più interessanti talenti della scena contemporanea.

Protagonisti della serata saranno la rete di insegnanti di danza No-Limita-C-Tions - nelle coreografie di Chiara Frigo, Laura Boato, Tiziana Bolfe, Lucy Briaschi, Michela Negro, Barbara Todesco, Selenia Mocellin, Giovanna Garzotto, Giulia Vidale - e i danzatori dei progetti LIFT e MiniLift; cui si aggiungono quest’anno i protagonisti del progetto Dance for Health Italia/Progetto Parkinson.
Protagonista in quest’edizione anche una delle più celebri composizioni per balletto: il Bolero di Ravel. Entrato nell’immaginario di un vastissimo pubblico grazie alla celebre coreografia di Maurice Béjart del 1961, la composizione, dal ritmo incalzante e ipnotico, fu in realtà commissionata al compositore spagnolo nel 1927 dalla danzatrice Ida Rubinstein, all’epoca in rottura con i Ballets Russes di Diaghilev, che chiese a Ravel una musica dal “carattere spagnolo”; e debuttò all’Opera di Parigi l’anno successivo, con immediato successo.
Per il 15 luglio non ci sarà bisogno di un palcoscenico teatrale, però: vero palcoscenico sarà il centro storico, con le sue architetture, animate a loro volta dalle Architetture del corpo create dai danzatori, che creano così una relazione con le architetture urbane e soprattutto con il pubblico, negli spazi della quotidianità riletti in chiave artistica, per vederli finalmente con occhi nuovi e scoprendoli parte di un processo creativo.

Più visti

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 19.720 volte

2

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.677 volte

3

Politica

16-02-2024

El mondo roverso

Visto 10.368 volte

4

Politica

19-02-2024

Gianni D’Artagnan

Visto 10.241 volte

5

Politica

18-02-2024

Fuga da Alcatraz

Visto 10.125 volte

6

Politica

19-02-2024

Zen O'Clock

Visto 10.028 volte

7

Politica

16-02-2024

News per tutti

Visto 9.884 volte

8

Politica

18-02-2024

La Grande Sorella

Visto 9.862 volte

9

Politica

17-02-2024

Match Point

Visto 9.803 volte

10

Politica

16-02-2024

Action, please

Visto 9.780 volte

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 19.720 volte

2

Politica

10-02-2024

Il grande momento

Visto 13.348 volte

3

Attualità

03-02-2024

Da Bassano con Furore

Visto 12.687 volte

4

Attualità

06-02-2024

Piani Baxi

Visto 11.505 volte

5

Politica

03-02-2024

Campagnolo elettorale

Visto 11.322 volte

6

Politica

04-02-2024

Giunta comunale

Visto 11.231 volte

7

Attualità

07-02-2024

Sarò lapidario

Visto 11.164 volte

8

Attualità

04-02-2024

Vota Antonio, Vota Antonio bis

Visto 10.939 volte

9

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.677 volte

10

Attualità

02-02-2024

Il sig. Francesco

Visto 10.654 volte