Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 30-11-2011 20:23
in Attualità | Visto 1.580 volte

La solidarietà entra in fabbrica

“Medici Senza Frontiere” in assemblea coi lavoratori alla Baxi di Bassano. La RSU aziendale: “Attenzione e sensibilità verso le situazioni di difficoltà di altre popolazioni"

La solidarietà entra in fabbrica

Assillati come siamo dall'emergenza economica italiana, rischiamo di dimenticarci delle crisi e dei problemi degli altri. Ma può succedere che gli operai di un'azienda del nostro territorio decidano di confrontarsi sulle emergenze dei Paesi poveri del mondo e che la cosa accada all'interno della loro fabbrica.
Non sarà un'assemblea “ordinaria” quella che la RSU aziendale della Baxi Spa di Bassano del Grappa ha organizzato per venerdì 2 dicembre, dalle 10 alle 11 e dalle 14 alle 15: all'incontro coi lavoratori parteciperanno infatti i rappresentanti di MSF - “Medici Senza Frontiere”.
“Come sempre - informa una nota della RSU Baxi Spa - i rappresentanti della grande fabbrica bassanese dimostrano attenzione e sensibilità verso le situazioni di difficoltà di altre popolazioni. Lo è stato in passato per i terremotati dell’Aquila, per gli alluvionati del Veneto e in altre situazioni difficili del nostro paese, anche con il sostegno fattivo dell’azienda.
In questa occasione si vuole dare voce ad una organizzazione meritoria del settore no-profit che molto fa in sostegno alle popolazioni più sfortunate della terra.”
“Ricordiamo - continuano le rappresentanze sindacali - che MSF è stata premio Nobel per la pace nel 999 ed è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo, creata da medici e giornalisti in Francia nel 1971.
Oggi MSF fornisce soccorso umanitario in più di 60 paesi a popolazioni la cui sopravvivenza è minacciata da violenze o catastrofi dovute principalmente a guerre, epidemie, malnutrizione, esclusione dall’assistenza sanitaria o eventi naturali. MSF fornisce assistenza indipendente e imparziale a coloro che si trovano in condizioni di maggiore bisogno. MSF si riserva il diritto di denunciare all’opinione pubblica le crisi dimenticate, di contrastare inadeguatezze o abusi nel sistema degli aiuti e di sostenere pubblicamente una migliore qualità delle cure e dei protocolli medici.
Sono 362 i progetti che Medici Senza Frontiere ha gestito nel 2009 in oltre 60 paesi: più di 2mila operatori umanitari sono stati inviati per lavorare in questi progetti insieme a 20mila collaboratori locali.”
“LA RSU della Baxi - conclude il comunicato - ha proposto a MSF la possibilità di partecipare all’assemblea proprio per queste sue caratteristiche di associazione umanitaria che opera in situazioni estreme e di grande difficoltà.”
All’assemblea parteciperà il delegato per l’associazione dr. Giovanni Di Cera, consigliere nazionale di MSF e altri operatori dell’associazione. Nel corso dell’assemblea si parlerà anche del progetto che MSF ha in corso in Somalia per affrontare i gravi problemi di denutrizione infantile presenti nell’area a causa di una delle più devastanti siccità mai viste.

LIBERTÀ È PAROLA #LIVE - Speciale natalizio: “Una poltrona per due”

Ebbene sì, è il Direttore di Bassanonet.it Alessandro Tich a condurre quest’anno lo #specialenatalizio di Libertà è Parola. Anche quest’anno...

Più visti