Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Politica

Cinquanta sfumature di verde

Stop dei quartieri al rinnovo della convenzione col Comune per la cura di parchi e verde pubblico. Interpellanza delle minoranze: “Siamo passati dagli annunci dei caffè in quartiere, al niente nei quartieri”

Pubblicato il 20-03-2023
Visto 9.167 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Dunque, dove eravamo rimasti?
Ah, sì: all’intervento congiunto dei tre rappresentanti dell’Intercomitato dei Presidenti dei Quartieri (Mauro Torresan, presidente; Arianna Lunardon e Matteo Bizzotto Montieni, vicecoordinatori) che hanno annunciato la rinuncia a firmare la nuova convenzione con il Comune di Bassano del Grappa per l’affidamento ai Consigli di Quartiere della cura dei parchi e del verde pubblico nei rispettivi rioni.
Le ragioni di questa inedita e clamorosa presa di posizione sono state già ampiamente esposte nel mio precedente articolo “L’erba voglio”. Si tratta di una serie di motivazioni alquanto articolate in merito alle responsabilità civili e penali che si vorrebbero imporre ai quartieri, e in particolare ai loro presidenti, sotto il profilo giuridico e normativo. Un tema davvero complesso, con cinquanta sfumature di verde.

Parco Baden Powell in quartiere Santa Croce (foto Alessandro Tich)

Ora la questione, com’era ampiamente prevedibile, passa direttamente alla politica.
È stata infatti protocollata un’interpellanza per il prossimo consiglio comunale, a firma dei consiglieri dei gruppi di minoranza in blocco (Gruppo Misto con Roberto Campagnolo primo firmatario, Bassano per Tutti, Bassano Passione Comune, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle) per chiedere al sindaco e all’amministrazione comunale “come intendono dare piena attuazione ai principi stabiliti dall’articolo 47 dello Statuto comunale, ripristinando l’operatività nei quartieri per scongiurarne di fatto la chiusura”.
Prima di entrare nel merito dell’interpellanza, per una migliore comprensione della questione tirata in ballo sono tuttavia costretto a sciropparvi - anche se in estrema sintesi - il citato articolo 47 dello Statuto comunale, il cui testo integrale è riportato nell’interpellanza medesima.
Si tratta dell’articolo che regola la tematica dei rapporti dell’amministrazione comunale con i Consigli di Quartiere. Stabilisce, tra le altre cose, che “il Comune favorisce la promozione e l’attività dei Consigli di Quartiere e di Frazione”. Richiama inoltre il Regolamento Comunale dei Quartieri con riferimento alla gestione delle attività delegate ai quartieri medesimi, a seguito di apposita convenzione. Quella convenzione da rinnovare che, per l’appunto, per quanto riguarda la cura di parchi e verde i quartieri bassanesi hanno rispedito al mittente.

“Fin dalla loro pluriennale costituzione - ricorda l’interpellanza - i quartieri si sono occupati di gestire su base volontaria, a fronte di una convenzione stipulata con l’amministrazione comunale, alcuni servizi di manutenzione ordinaria degli spazi verdi, dai parchi cittadini alle sedi di quartiere.” “Questi servizi - continua il testo - sono sempre stati svolti dai volontari di quartiere con la massima diligenza e impegno a fronte di esigui rimborsi spese forfettari, molto meno onerosi per l’amministrazione comunale e per le casse cittadine confrontando lo stesso servizio svolto direttamente dall’amministrazione comunale.”
Poi parte l’attacco: “L’amministrazione comunale, come sempre in ritardo su tutto, non ha rinnovato le convenzioni in scadenza nei termini previsti proponendo a convenzioni scadute ai Presidenti di quartiere di firmare inconcepibili assunzioni di responsabilità e impegni a carico dei volontari, frutto, più che del buon senso, di qualche ragionamento da azzecca garbugli “giustificato” dall’esigenza di dover rispettare astrattamente le interpretabili norme vigenti.” “Il coordinamento dei Consigli di Quartiere - rimarcano le minoranze - ha visto all’unanimità, dopo mesi di infruttifera trattativa con l’amministrazione comunale, una presa di posizione negativa contro il rinnovo delle convenzioni così come sono state ad oggi presentate segnando in questo una rottura storica, mai vista prima, tra Amministrazione comunale e Consigli di Quartiere.”

“Sulla base delle richieste fatte dall’amministrazione comunale ai quartieri per la gestione di alcuni servizi - prosegue l’interpellanza - nessuna attività su base volontaristica tipo la gestione del verde, la pulizia o la manutenzione di uno spazio pubblico, sarebbe possibile sul nostro territorio comunale; non potrebbero farlo alle condizioni poste i volontari di quartiere, non potrebbero farlo le associazioni che decidessero di impegnarsi per pulire un parco cittadino, non potrebbero farlo ad esempio gli Alpini che ad ogni loro manifestazione si impegnano per ripulire e sistemare su base volontaristica spazi pubblici.”
“In sintesi, secondo questa amministrazione comunale nessun cittadino riunito in gruppo o associazione potrebbe mai occuparsi su base volontaria della gestione dei luoghi in cui vive: la negazione della partecipazione così come prevista dallo Statuto della nostra Città.”
Le opposizioni prendono pertanto atto “che siamo passati dagli annunci dei caffè in quartiere, al niente nei quartieri, che su questa base sarà difficile pensare che la preziosa risorsa del volontariato partecipato nei quartieri possa sopravvivere ad una visione così formalistica e fuori dalla realtà portata avanti da questa amministrazione comunale”.
Da qui la richiesta di sapere cosa sindaco e amministrazione intendano fare per “ripristinare l’operatività nei quartieri e scongiurarne di fatto la chiusura”.
Non c’è che dire: a giudicare dai presupposti, nel prossimo consiglio comunale assisteremo a una bella lotta senza quartiere.

Più visti

1

Politica

27-02-2024

Marinweek

Visto 10.219 volte

2

Attualità

29-02-2024

Tar Wash

Visto 10.147 volte

3

Attualità

25-02-2024

The Sound of Silence

Visto 10.070 volte

4

Attualità

25-02-2024

Robe di Tappa

Visto 9.996 volte

5

Politica

29-02-2024

Giovine e sbadato

Visto 9.950 volte

6

Cronaca

26-02-2024

Centro Schei

Visto 9.865 volte

7

Attualità

28-02-2024

L’uovo alla C.U.C.

Visto 9.642 volte

8

Attualità

26-02-2024

Eau de Toilette

Visto 9.567 volte

9

Politica

28-02-2024

Si Salvini chi può

Visto 9.287 volte

10

Attualità

26-02-2024

DG La7

Visto 9.258 volte

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 20.765 volte

2

Politica

10-02-2024

Il grande momento

Visto 13.785 volte

3

Attualità

03-02-2024

Da Bassano con Furore

Visto 12.928 volte

4

Attualità

06-02-2024

Piani Baxi

Visto 11.732 volte

5

Politica

03-02-2024

Campagnolo elettorale

Visto 11.585 volte

6

Politica

04-02-2024

Giunta comunale

Visto 11.471 volte

7

Attualità

07-02-2024

Sarò lapidario

Visto 11.397 volte

8

Attualità

04-02-2024

Vota Antonio, Vota Antonio bis

Visto 11.168 volte

9

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.974 volte

10

Attualità

02-02-2024

Il sig. Francesco

Visto 10.914 volte