Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 29-10-2016 14:42
in Attualità | Visto 2.479 volte

Museo all'Amatriciana

Cena di beneficenza a favore dei ristoratori terremotati di Amatrice, presenti per l’occasione, a Bassano il 3 novembre al Museo Civico. Protagonisti della serata i prodotti De.Co. vicentini. Assieme all'Amatriciana De.Co., of course

Museo all'Amatriciana

Fonte immagine: sugoamatriciana.sotto.casa

La prima notizia è che a Bassano del Grappa viene lanciata una nuova iniziativa di solidarietà per i terremotati del centro Italia, e nella fattispecie di Amatrice. E questo - per una involontaria coincidenza - proprio nei giorni in cui in centro Italia è scattata la nuova emergenza per il sisma di mercoledì scorso, 26 ottobre.
La seconda notizia è che per realizzare l'evento si uniranno i fornelli e le forchette di diverse associazioni gastronomiche che dopo essersi tenute reciprocamente a distanza da tempo immemore per la prima volta si metteranno assieme, condividendo la finalità: Confcommercio Vicenza, Gruppo Ristoratori Bassanesi, Ristoratori Confartigianato, Magnifica Confraternita dei Ristoratori De.Co. e Confraternita del Bacalà.
Et voilà! (tanto per fare rima)
Prende infatti ulteriormente corpo l'appello che Roberto Astuni, presidente degli Albergatori bassanesi, aveva lanciato ancora lo scorso 26 agosto, due giorni dopo il terremoto che aveva devastato, oltre a tanti altri paesi, anche la cittadina del Rietino famosa nel mondo per il sugo che prende il suo nome.
Si tratta del progetto “Adotta un collega imprenditore”, rivolto alle categorie economiche e alle organizzazioni imprenditoriali territoriali e finalizzato al sostegno dei titolari di azienda danneggiati o rovinati dal sisma del 24 agosto.
La prima organizzazione a raccogliere l’invito è stata il Tavolo di Coordinamento dei Comuni De.Co. vicentini, capitanato da Dino Grande, che rappresenta i territori della provincia caratterizzati da uno o più prodotti enogastronomici o agroalimentari a Denominazione Comunale. Mettendo in piedi una concreta azione di solidarietà a supporto, in particolare, dei ristoratori di Amatrice danneggiati dal terremoto.
È stato contattato per l’occasione il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, conosciuto lo scorso anno quando una delegazione vicentina si era recata nel Comune laziale per il gemellaggio con Denominazioni Comunali amatriciane: anche il sugo all'Amatriciana, infatti, è un prodotto De.Co. Il primo cittadino ha espresso parole di profonda riconoscenza per la raccolta fondi a sostegno delle attività economiche del suo Comune.
E lo stesso sindaco del Comune laziale - o un suo delegato - sarà a Bassano del Grappa per partecipare alla cena di beneficenza che il pool di associazioni dei ristoratori della provincia ha organizzato allo scopo: “Uniti per Amatrice”. Interverranno alla serata conviviale anche i due ristoratori amatriciani Daniele Bonanni, del ristorante Ma-Tru ed Enrico Neroni, dell'Antica Locanda.
Si tratta di due imprenditori particolarmente colpiti dalla distruzione del sisma: cliccando su internet i nomi dei loro due locali, per entrambi si legge “chiuso definitivamente”.
L'appuntamento è per giovedì 3 novembre alle ore 20 al Museo Civico, concesso per la circostanza dall'Amministrazione comunale.
La serata sarà a pagamento, al costo di 40 euro a persona. Prenotazioni presso il ristorante Alla Corte a Bassano. L'intero incasso (senza togliere le spese, che saranno coperte dai ristoratori, dai vari Comuni De.Co. che metteranno la materia prima e dalla generosità di tante persone e sponsor) sarà devoluto seduta stante agli ospiti di Amatrice presenti. Nel corso della serata diverse organizzazioni locali consegneranno inoltre al sindaco, o suo delegato, di Amatrice i vari incassi di altre manifestazioni benefiche a favore del Comune terremotato.
È vero: sono pur sempre quaranta cocuzze da scucire, ma a quanto pare ne vale la pena. Non solo per lo scopo di solidarietà che contraddistingue l'evento, ma anche per la “contropartita” gastronomica che sarà proposta ai commensali nel menù. Alla cena, che sarà presentata dal giornalista e gastronomo Luigi Cremona, la squadra dei ristoratori della nostra provincia e non solo preparerà una serie di specialità nelle quali i prodotti De.Co. del territorio vicentino faranno inevitabilmente la parte del leone.
E così, i partecipanti a tavola potranno degustare, in ordine di acquolina in bocca: Mostarda di Montecchio Maggiore con Sopressa di Valli del Pasubio e pane ai cereali; Pomello dei Castelli di Giulietta e Romeo; Zuppa di legumi; Riso Carnaroli di Grumolo delle Abbadesse al Radicchio di Asigliano e Cincionela con la Rava; Guancetta in tenerezza al mosto di Clinto con polentina di Mais Marano e Patate di Monte Faldo. Infine, per chi avrà ancora un briciolo di appetito, Sorbetto alle Clementine Fedele di Massafra (prodotto De.Co. pugliese) e dolce “La Gata” con cremoso alla Corniola di Cornedo Vicentino.
A questo punto il mondo intero si pone la fatidica domanda: e il sugo all'Amatriciana? Ovviamente ci sarà anche quello, e sarà l'autentica Guest Star della già ricca lista di pietanze che inonderanno di sapori e profumi la sala Chilesotti del Museo. I due chef Bonanni e Neroni cucineranno infatti l'Amatriciana De.Co., con la materia prima portata direttamente e rigorosamente da Amatrice: pasta, guanciale e pecorino.
Il resto del menù sarà realizzato dai cuochi dei ristoranti “Al Marinante” (Caldogno), “Al Pioppeto” (Romano d'Ezzelino), “Al Portego” (Cittadella), “Al Torcio” (Chiampo), “Alla Corte” (Bassano), “Da Beppino” (Schio), “Da Doro” (Solagna), “El Piron” (Bassano), “Lunaelaltro” (Marostica), “Paeto” (Cartigliano) e “Palmerino” (Sandrigo).
Buon appetito, dunque, a chi parteciperà alla serata gastronomica e un caloroso benvenuto, già in anticipo, agli ospiti di Amatrice destinatari dell'iniziativa di generosità a Denominazione Comunale.
Grazie alla quale il Museo Civico di Bassano, trasformato in ristorante per una sera, darà spazio a una nuova forma di progetto partecipativo del territorio: i Tavoli di Marketing Solidale.

LIBERTA' E' PAROLA - AVANTI CON CORAGGIO

Cari #amici di Libertà è Parola, il momento che stiamo vivendo richiede responsabilità e noi stiamo facendo la nostra parte, anche se vorremmo...

Più visti