Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 08-07-2014 19:13
in Attualità | Visto 2.798 volte

La rotatoria “condivisa”

Partiti i lavori della rotatoria di quartiere Firenze, ereditata dall'ex Amministrazione. L'assessore Campagnolo: "Raccolti i suggerimenti dei residenti. Il coinvolgimento dei quartieri è la modalità che caratterizzerà la nostra Amministrazione"

La rotatoria “condivisa”

Il progetto esecutivo della nuova rotatoria di piazzale Firenze in città

Ieri la consegna del cantiere all'impresa Mazzon di Riese Pio X, oggi la partenza dei lavori. Tempo previsto per la realizzazione dell'opera: 120 giorni, anche se la ditta appaltatrice non esclude di terminarla anche prima.
La prima opera pubblica dell'era Poletto a Bassano è un intervento ereditato dalla precedente Amministrazione, messo a bilancio ancora nel 2013 per un importo complessivo di 150mila euro.
E' un lavoro quindi che s'ha da fare: e si tratta della nuova rotatoria di piazzale Firenze, nel cuore dell'omonimo quartiere cittadino, all'intersezione del piazzale medesimo con via Buonarrotti. Un incrocio degno di un esame di scuola guida, in quanto a stop e precedenze in pochi metri quadrati, reso ancora più impegnativo dall'ingombrante presenza delle auto che parcheggiano stabilmente fino a ridosso del crocevia.
Nel prossimo futuro non sarà più così: la rotatoria (14 metri di diametro esterno e 6 di diametro interno) sarà circoscritta da quattro aiuole che elimineranno i posti auto attualmente a ridosso dell'incrocio - dieci in tutto - e garantiranno uno spazio di visibilità maggiore rispetto all'intersezione. Sono previsti inoltre interventi di “traffic-calming” con conseguente riduzione della velocità di attraversamento di viale Toscana e piazzale Firenze.
“L'opera è ereditata e la gara già effettuata - spiega l'assessore comunale alla Mobilità Sostenibile Roberto Campagnolo -. Ma abbiamo raccolto dei suggerimenti da parte dei residenti, essendo un'opera che interviene in maniera sostanziale in uno dei quartieri storici di Bassano. La modalità di coinvolgimento e di confronto coi quartieri sarà la modalità che caratterizzerà questa nostra Amministrazione. Interverremo sul Regolamento comunale dei quartieri, inserendo l'obbligatorietà della consultazione coi quartieri per le opere pubbliche.”
Una condivisione di intenti coi rioni cittadini che già da adesso appare concreta: non a caso, alla conferenza stampa di presentazione dell'intervento in municipio, intervengono anche Ketty Marin e Francesco Lunardon, rispettivamente presidente e vicepresidente del Consiglio di Quartiere Firenze.
“Lo scopo della rotatoria, che è già inserita nel Piano della Mobilità comunale - prosegue e conferma l'assessore -, è quello di rendere più ordinata la sosta nel piazzale, con la rivisitazione dei parcheggi, e ridurre la velocità.”
L'intervento migliorativo riguarderà anche la messa in sicurezza, contenuta nel medesimo appalto e capitolo di spesa, dell'attraversamento pedonale di via Capitelvecchio, ovvero della Statale 47, che sarà spostato una ventina di metri più a sud e corredato di aiuola spartitraffico per la protezione dei pedoni a metà carreggiata.
Ma non è tutto: “In quartiere Firenze - aggiunge Campagnolo - un problema non risolto è quello delle soste medio-lunghe, e cioè dei parcheggi delle persone che lavorano otto ore negli uffici, e che non sono poche. Lo affronteremo, confrontandoci sempre con il Consiglio di Quartiere. Sono state individuate due possibili soluzioni, quasi a costo zero, che dovranno essere verificate dai competenti uffici comunali. La prima, più immediata, è l'utilizzo allo scopo del già esistente parcheggio di via Manzoni, a nord del parco del quartiere, che dista solo 150 metri dal piazzale e attualmente è sottoutilizzato. La seconda è invece più impegnativa e prevede alcune modifiche della viabilità del quartiere, con sensi unici, per recuperare spazi per ulteriori parcheggi.”
Detto, fatto: le eventuali e possibili modifiche alla viabilità saranno l'oggetto del sopralluogo che l'assessore effettuerà in quartiere Firenze venerdì mattina.

Libertà è Parola

LIBERTÀ E' PAROLA - #civediamoasettembre

#LIBERIDIRACCONTARCI non è solo un titolo, ma una presa di posizione che come Libertà è Parola abbiamo voluto portare avanti, anche durante mesi...

Più visti