Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Attualità

A scuola con l'iPad

Il tablet al posto dei quaderni: scolari e insegnanti sperimentano il “Mobile Creative Learning”. Accade in una classe elementare di Cassola. E l'aula diventa “flessibile” per meglio rispondere alle nuove modalità di apprendimento

Pubblicato il 13-02-2012
Visto 3.637 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Carta e penna? Roba da trogloditi. Lavagna e gessetti? Oggetti da museo. Astuccio e quaderni? Puro antiquariato. Per seguire una lezione a scuola, a quanto pare, è meglio l'iPad.
I nuovi media, anche in un Paese ammalato di digital divide come l'Italia, fanno il loro ingresso - benché in modo ancora sperimentale - nelle aule scolastiche.
E c'è anche la scuola primaria della Direzione Didattica di Cassola tra le dieci scuole del Veneto selezionate per il progetto triennale del Ministero della Pubblica Istruzione denominato Cl@ssi2.0, che si propone di sviluppare un nuovo “ambiente di apprendimento” attraverso l'utilizzo sistematico in classe delle nuove tecnologie di comunicazione ICT.

Dalla lavagna al touch screen: alla 4° D della scuola primaria di Cassola la sperimentazione sui nuovi media applicati alla didattica

Paladini dell'innovazione didattica sono gli alunni della classe 4° D dell'istituto, che grazie al finanziamento del ministero e alla guida dell'insegnante Adriana Sartore, che si avvale della qualifica di “Apple Distinguished Educator”, stanno portando avanti il progetto “Mobile Creative Learning con l'iPad”.
L'idea di base, spiegano i promotori, “è quella di integrare nella didattica tradizionale l'uso di dispositivi mobili, come ad esempio l'iPad di Apple, e individuare nuovi sistemi di apprendimento per offrire agli studenti la possibilità di sviluppare le competenze digitali necessarie per realizzare le proprie idee e risolvere problemi stando al passo con la globalizzazione, in ambito personale, interpersonale e interculturale”.
L'iniziativa è il risultato di una grande lavoro di preparazione: la sola fase di progettazione ha occupato l'intero anno scolastico 2010/2011. Il progetto prevede inoltre la partecipazione di tutti gli insegnanti della classe in modo da poter sperimentare l'utilizzo delle ICT in tutti i settori dell'apprendimento.
E come ogni “web farm” che si rispetti, anche gli spazi fisici dell'aula 4° D sono stati ripensati, insieme ai ragazzi, per meglio rispondere alle esigenze legate alle nuove modalità di apprendimento.
Tavoli assemblabili e trasportabili al posto dei banchi fissi, arredi ideati per favorire il mantenimento della schiena in posizione corretta e ancora scaffali, tende e pannelli oscuranti abbinati alla nuova colorazione celeste chiaro delle pareti per favorire la concentrazione: sono le caratteristiche della nuova “aula flessibile” adibita allo scopo, la cui ristrutturazione è stata resa possibile grazie a un significativo contributo dell'Amministrazione comunale.
Anche sotto il profilo didattico, a sentire il resoconto dei diretti interessati, i primi riscontri risultano più che buoni. Fin dall'inizio - e non ne avremmo, del resto, mai dubitato - gli scolari hanno dimostrato una naturale predisposizione per l'iPad: una familiarità con i nuovi media, tipica delle nuove generazioni, che gli insegnanti hanno voluto soprattutto indirizzare verso un utilizzo creativo e critico.
“L'adozione degli iPad - affermano ancora i promotori del progetto - consente di fare un salto di qualità perché favorisce l'interazione tra insegnanti e ragazzi in una modalità più consona ai giovani d'oggi.”
Dalla lavagna al touch screen, insomma, il passo è breve. La scuola, per stare al passo coi tempi, si converte al tablet: e l'Apple ringrazia.

Più visti

1

Politica

27-02-2024

Marinweek

Visto 10.216 volte

2

Attualità

25-02-2024

The Sound of Silence

Visto 10.068 volte

3

Attualità

25-02-2024

Robe di Tappa

Visto 9.994 volte

4

Cronaca

26-02-2024

Centro Schei

Visto 9.862 volte

5

Attualità

29-02-2024

Tar Wash

Visto 9.824 volte

6

Attualità

28-02-2024

L’uovo alla C.U.C.

Visto 9.637 volte

7

Politica

29-02-2024

Giovine e sbadato

Visto 9.630 volte

8

Attualità

26-02-2024

Eau de Toilette

Visto 9.565 volte

9

Politica

28-02-2024

Si Salvini chi può

Visto 9.282 volte

10

Attualità

26-02-2024

DG La7

Visto 9.256 volte

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 20.762 volte

2

Politica

10-02-2024

Il grande momento

Visto 13.775 volte

3

Attualità

03-02-2024

Da Bassano con Furore

Visto 12.926 volte

4

Attualità

06-02-2024

Piani Baxi

Visto 11.730 volte

5

Politica

03-02-2024

Campagnolo elettorale

Visto 11.583 volte

6

Politica

04-02-2024

Giunta comunale

Visto 11.469 volte

7

Attualità

07-02-2024

Sarò lapidario

Visto 11.395 volte

8

Attualità

04-02-2024

Vota Antonio, Vota Antonio bis

Visto 11.165 volte

9

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.972 volte

10

Attualità

02-02-2024

Il sig. Francesco

Visto 10.911 volte