Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 16-03-2018 10:05
in Il "Tich" nervoso | Visto 1.934 volte
 

Prego si accomodi

Sempre più sfrontati i parcheggianti della sera in centro storico a Bassano

Prego si accomodi

Foto Alessandro Tich

Non c'è uno senza due. Dopo il mio cliccatissimo editoriale di qualche giorno fa “Lost in ZTL”, mi tocca scrivere un secondo capitolo di quella che potrebbe profilarsi come una nuova serie intitolata “Quello che mi capita di vedere quando alla sera esco da Bassanonet”. E quello che mi è capitato di vedere, ieri sera alle 21 circa, lo vedete anche voi nella foto pubblicata sopra. Un'autovettura Mercedes A 200 bianca bellamente e tranquillamente parcheggiata in tutta la sua interezza proprio davanti allo sbocco su piazza Garibaldi del sottoportico di via S. Bassiano. Di lì devono passare i pedoni? Ecchissenefrega. Per carità: in qualche modo, volteggiando come Carolina Kostner e serpeggiando davanti al muso o dietro al culo dell'automezzo, i pedoni con gli ombrelli aperti per la pioggia dal sottoportico in piazza ci entravano. E poi, che diamine: c'era tutto il resto di via S. Bassiano libero al passaggio, cosa volete che sia.
Ma questo nuovo ed ennesimo esempio di sosta libera alla bassanese mi porta a dire che i parcheggianti della sera in centro storico sono sempre più sfrontati. Sempre più sospinti dalla irrefrenabile pulsione di lasciare la macchina il più vicino possibile al locale pubblico che è la loro destinazione. E che sia anche - come in questo caso - su una zona riservata oppure su un divieto, recando pure intralcio, poco importa.
E poi ieri sera, appunto, pioveva e farsi qualche decina di metri a piedi dai parcheggi fuori ZTL sarebbe stata un'impresa troppo faticosa.
Ma la vera sorpresa l'ho avuta sbucando fuori dal sottoportico per serpeggiare anch'io in uscita su piazza Garibaldi (ho scelto l'opzione-culo dell'auto, c'era qualche centimetro di spazio in meno da percorrere). Dietro alla Mercedes, attaccate una dietro l'altra, erano infatti parcheggiate altre sei autovetture, in fila continua di sosta fino oltre il tabaccaio.
E con nessun apparente contrassegno (quella “striscia” è in parte riservata ai disabili) esposto sui parabrezza. Evidentemente l'auto bianca è arrivata per ultima e si è fiondata nell'ultimo buco disponibile. Prego si accomodi.
A pensar male - visto anche che alternative viabilistiche in quel punto non ce ne sono -, tutti questi creativi della sosta by night in centro sono arrivati da via Vittorelli attraverso piazzetta Zaine, che non è un varco elettronico e da dove alla sera, pur vigendo il divieto di accesso 0-24, si può quindi entrare in ZTL senza autorizzazione e restare impuniti.
Tanto a quell'ora, come il più delle volte accade, dei vigili non c'è neanche l'ombra e il Comando di Polizia locale di via Vittorelli è sprangato. Poi tutti in piazza a lasciare l'auto, fin che ce n'è e fino a esaurimento posti: e l'ultimo paga da bere. E non venitemi a dire che a Bassano del Grappa non siamo ospitali.

Più visti