Pubblicato il 10-09-2011 09:17
in Associazioni | Visto 2.064 volte

Culture in festa

A Palazzo Bonaguro fino a domenica 11 settembre la settima rassegna promossa da un pool di associazioni bassanesi che mettono in cantiere i percorsi della multiculturalità

Culture in festa

E’ in corso in questo weekend a Palazzo Bonaguro la settima edizione della “Festa delle culture”, una tre giorni ricca di iniziative che propongono un dialogo espresso attraverso l’arte, la musica, i racconti di viaggio, il cibo e la moda, sulla multiculturalità. Promossa dall'associazione "Il quarto ponte" con l'associazione Iess e organizzata da un pool di associazioni e gruppi bassanesi con il sostegno del Comune di Bassano, la Festa rappresenta una tappa preziosa per il nostro territorio per il suo invito a procedere insieme sulla strada dell’accoglienza e dell’apertura al mondo. L’aspetto della multiculturalità nel nostro vivere quotidiano è un dato di fatto: viviamo in una società in cui la cultura si manifesta in molte forme, dove più culture coesistono. Il primo passo da fare, che non è scontato, è quello di accettare questa coesistenza, e qui per non avanzare per stereotipi diventano necessarie le occasioni d’incontro fornite da manifestazioni come questa, che incentivano il confronto e la conoscenza reciproca; il secondo passo, quello che auspichiamo tutti, è poi il cammino che avvia a far entrare in relazione le diverse culture presenti sul territorio, che mira a far diventare il più possibile la multiculturalità “interculturalità”; tanta parte della strada dovrebbero poi asfaltarla le istituzioni, il Governo, lo Stato, ma la volontà di mettersi in viaggio parte sempre dal singolo, dal cittadino. In questa data in cui si ricorda l’evento che interpreta la negazione di questa volontà – a Vicenza domani si rievoca il dramma delle Torri gemelle ospitando, nella Loggia del Capitaniato, un frammento di 40 chilogrammi di acciaio della Torre Uno del WTC – Bassano propone di interessarsi all’importanza dei piccoli passi, della costruzione di un cantiere rivolto al futuro.
Nel programma della Festa si susseguono fino a domenica sera incontri, laboratori, reading, appuntamenti musicali, di intrattenimento e gastronomici. A Palazzo Bonaguro per tutta la durata della rassegna sono visitabili una mostra fotografica e vari stand espositivi. L’ingresso è libero.

Più visti