Pubblicato il 12-05-2010 17:39
in Teatro | Visto 2.466 volte

Tàchete

Sabato 15 maggio al Teatro Duse di Asolo il nuovo spettacolo di Alessandro Bergonzoni

Tàchete

Alessandro Bergonzoni

Al Teatro Eleonora Duse di Asolo, la quinta edizione di Centorizzonti propone un importante appuntamento con le arti sceniche contemporanee all’interno della rassegna “Del coraggio del teatro”. Sabato 15 maggio Alessandro Bergonzoni tornerà ad Asolo con il suo nuovo lavoro intitolato “Tàchete-Prove per 20 serate soltanto”. Finito il tour del premiatissimo “Nel”, l’artista bolognese ha vinto il premio UBU 2009 per la migliore interpretazione maschile nel teatro italiano, Bergonzoni si presenterà con la prova-laboratorio di una vera e propria esperienza creativa aperta al pubblico, un’anteprima che lo porterà verso il testo definitivo del suo prossimo spettacolo in debutto nell’ottobre di quest’anno. Sarà un’occasione per vedere un altro tassello della multiopera di quello che è uno dei più geniali ed originali autori presenti oggi nel nostro paese. Uno stralcio di una recente intervista al funambolo della parola, e del pensiero: “... il pubblico è provato, non ha più le papille gustative. Va ripalatizzato. Stimo la ricerca, ma dobbiamo rilanciare soprattutto la ricerca dell' incommensurabile. Io voglio usare le mine pro uomo per far saltare l'accettazione e l'assuefazione. Cacciamo gli spensierati, prepariamo una felicità composta, che sia un canederlo zeppo di altri ingredienti. Sono i mezzi di distrazione di massa la droga che serve a chi vende paura. E finiamola di confondere sogni con bisogni: i bisogni sono desiderio e necessità, il sogno è indicibile, inaudito, rivelazione. Chiedo molto. Non bastiamoci più. Il poco crea metastasi culturali, non è innocuo. Voglio avvenire, non essere avvenente, voglio far succedere, non voglio successo.”




Più visti