Pubblicato il 08-11-2013 21:33
in Scrittori | Visto 2.476 volte

Auguri, Boccaccio!

Dal 15 novembre, in Biblioteca, un ciclo di incontri, letture e una mostra dedicate al grande Boccaccio nel settimo centenario dalla sua nascita

Auguri, Boccaccio!

la presentazione del ciclo di incontri in Biblioteca

“Auguri Boccaccio! Settecento anni da protagonista”, è il titolo di un ricco ciclo di appuntamenti che la Biblioteca civica di Bassano, in collaborazione con in Liceo G. B. Brocchi, dedicherà tra novembre e dicembre a uno dei padri della lingua e della letteratura italiana.
L’occasione è data dall’anniversario della nascita di Boccaccio (Firenze 1313- Certaldo 1375) e l’iniziativa, salutata con giusto orgoglio dal vicesindaco Carlo Ferraro, si va ad affiancare al variegato coro di omaggi dedicato allo scrittore del Decameron intonato quest’anno su tutto il territorio nazionale.
Illustrato in conferenza stampa da Stefano Pagliantini, responsabile della Biblioteca, assieme al preside Gianni Zen e alla direttrice del Museo Giuliana Ericani – presenti anche uno dei relatori, il professor Edoardo Menegazzo e un gruppo di ragazzi del liceo – il programma della rassegna prevede sette appuntamenti pomeridiani in cui l’opera dello scrittore toscano verrà letta e osservata attraverso un prisma che mette in risalto la sua capacità di attraversare il tempo e di creare altri linguaggi, entrambe prerogative di un vero “classico”, dichiarative della sua immortalità.
Venerdì 15 novembre, alle ore 17, sarà inaugurata una mostra che offrirà in visione al pubblico libri rari e di pregio appartenenti alle collezioni dell’Archivio e della Biblioteca – tra questi, edizioni cinquecentesche e seicentesche di testi del Boccaccio – e di seguito Manlio Pastore Stocchi, uno dei massimi esperti del Boccaccio, offrirà una lectio magistralis intitolata “Umanità e cultura di Giovanni Boccaccio”.
Giovedì 21 novembre, Simone Villani, docente di scuola del cinema e autore tra le altre cose di Il Decameron allo specchio. Il film di Pasolini come saggio sull’opera di Boccaccio, indagherà il rapporto tra il capolavoro dello scrittore del Trecento e il linguaggio autoriale espresso dal regista italiano. Giovedì 28 e venerdì 29 novembre, dalle ore 17.30 alle ore 20, nelle sale della Biblioteca si svolgerà una maratona di lettura suddivisa a tappe che vedrà coinvolte alcune classi del liceo Brocchi e che avrà come oggetto quattro novelle del Decameron, canovaccio anche di piccole drammatizzazioni e di prodotti del linguaggio multimediale: “Frate Cipolla”, “Melchisedech e il Saladino”, “Paganino da Monaco ruba la moglie al giudice Ricciardo” e “Lisabetta da Messina”. Introdurranno i due appuntamenti Antonella Carullo e Paolo Malaguti, docenti del Brocchi.
Venerdì 6 dicembre, sarà ospite della Biblioteca il critico letterario e traduttore Marco Cavalli: nel suo intervento Cavalli inquadrerà il tema dell’attualità del Decameron, attualità restituita con generosità all’opera dalla traduzione in italiano odierno creata da Aldo Busi. Il libro, pubblicato vent'anni fa, ha ricevuto a Certaldo il Premio Boccaccio lo scorso settembre. Oltre a trattare l’aspetto interessante – e urgente – della necessità di una traduzione intralinguistica per molti capolavori letterari, Cavalli illustrerà alcuni temi presenti nelle novelle del Decameron che ne fanno racconti pieni di modernità: “Boccaccio, Busi e la vergine Alatiel, ovvero: il segreto della freschezza del Decameron” è il titolo dell’incontro.
Chiuderà il coro di ”auguri!”, venerdì 13 dicembre, un viaggio proposto dal professor Edoardo Menegazzo che indagherà l’influenza di Boccaccio nella letteratura inglese, in particolare sui Canterbury Tales di Geoffrey Chaucer – anch’essi presenti nel cinema di Pasolini.
Molti incontri saranno arricchiti da letture proposte da Anna Branciforti e Eros Zecchini; per l’ultimo appuntamento è previsto anche un intervento musicale offerto dalla docente del liceo Brocchi Annalisa Roman e da un ex alunno dell’istituto, Jacopo Bonaldo.
La cittadinanza è invitata. L’invito particolare di Gianni Zen, rivolto ai ragazzi ma non solo, è quello di lasciarsi contagiare dalla passione per la lettura che le opere di grandi scrittori sanno suscitare. L’ingresso è libero.

LIBERTA' E' PAROLA #LIVE - INTERVISTA A LORIS GIURIATTI SUL SUO LIBRO "L'ANGELO DEL GRAPPA"

Ricominciano le nostre dirette e con un ospite capace di farci emozionare con la sua passione e le sue parole. Stiamo parlando del nostro amico...

Più visti