Pubblicità

Opera Estate Festival

Pubblicità

Opera Estate Festival

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

On the road

Lancia Aprilia Mon Amour

A Bassano il XXII Raduno Internazionale Registro Aprilia. Protagoniste oltre 20 Lancia Aprilia impegnate in un tour del Grappa e della Pedemontana. “Una vettura rivoluzionaria per aerodinamica, cilindrata, velocità e abitabilità”

Pubblicato il 31-05-2015
Visto 6.044 volte

Pubblicità

Opera Estate Festival

Vederle tutte insieme fa certamente un grande effetto. Perché trovarsi di fronte una carovana di Lancia Aprilia, eccellenza del made in Italy automobilistico che non sente l'usura del tempo, non è certo cosa da tutti i giorni. Una vettura d'epoca con la “e” maiuscola: progettata nel 1935 e prodotta tra il 1937 e il 1949, la celebre berlina legata al nome di Vincenzo Lancia conta oggi ancora numerosi estimatori. Che si raggruppano nel Registro Aprilia, ovvero nel sodalizio “che raccoglie le persone a cui piace la Lancia Aprilia”.
Chi lo dice, con passione che sprizza da tutti i pori, è Luciano Frascino, avvocato di Vicenza, fino all'altro giorno presidente del Registro Aprilia: incarico che ha svolto per ben 22 anni, prima di cedere il testimone al nuovo presidente Lucio Bugli di Potenza Picena. Incontriamo l'avv. Frascino all'Hotel “Alla Corte” a Bassano del Grappa, base logistica del XXII° Raduno Internazionale Aprilia “...con l'Aprilia sul Grappa”, annuale manifestazione che si rivolge ai possessori delle storiche vetture provenienti da tutta Italia, e alla quale quest'anno hanno preso parte 23 equipaggi.
Il raduno ha avuto inizio giovedì, quando le ultra sessantenni, se non addirittura ultra settantenni vetture si sono cimentate sul percorso del Grappa con salita dal versante bassanese e discesa su quello feltrino e sosta a Mel, in provincia di Belluno.

Il presidente del Museo dell'Automobile Bonfanti-Vimar Massimo Vallotto, l'avvocato Luciano Frascino e il presidente degli Albergatori Roberto Astuni tra le Lancia Aprilia protagoniste del Raduno

Venerdì mattinata a Zugliano e quindi passerella in piazza a Thiene e in piazza Libertà a Bassano, con visita al Museo di Palazzo Sturm.
Sabato, infine, tour per Possagno, Monfumo e a Villa Barbaro a Maser prima di rientrare alla “Corte” per la cena di gala.
Un'occasione, per i partecipanti, per scoprire le bellezze del nostro territorio, accendendo a loro volta i riflettori sulle caratteristiche di un'automobile che rappresenta appieno il genio italiano nel campo dei motori.
“L'Aprilia è stata una vettura rivoluzionaria, per aerodinamica, bassa cilindrata, velocità e abitabilità - ci spiega Frascino -. Nel 1935 lo staff di Vincenzo Lancia creò una macchina innovativa per l'epoca. Quattro ruote indipendenti come le vetture moderne, trazione posteriore, coprifreni attaccati alla scatola del differenziale, sospensioni a barra di torsione.”
“La prima Aprilia è stata venduta nel febbraio del 1937, prodotta in 10mila esemplari per la berlina e in 6000 autotelai - continua il nostro interlocutore -. Nell'agosto del '39 è stata prodotta la 2° serie, con 1500 cc, e nel novembre del '49 la produzione è terminata. Il mio primo incontro con l'Aprilia è stato nel 1944, quando siamo stati sfollati da Vicenza a Stroppari. Eravamo ospiti di una fattoria dove erano nascoste diverse vetture nella barchessa. Tra queste c'era un'Aprilia nuova di zecca. Andavo sempre a giocare lì, perché era un'auto “misteriosa”, coi pannelli comandi nascosti sotto il cruscotto. Poi nel '56 mi sono comprato un'Aprilia, con la quale assieme a due amici siamo andati fino a Capo Nord.”
E' un fiume in piena, l'avvocato Frascino, mentre parla di questa automobile: segno, appunto, di una passione che non conosce tempo. Condivisa anche dagli altri protagonisti del Raduno, che si è concluso nella generale soddisfazione dei partecipanti.
“E' stato un evento rilevante innanzitutto per la permanenza di quattro giorni dei radunisti nella nostra città, che ha creato una piccola economia nel territorio - commenta Roberto Astuni, contitolare della “Corte” e presidente degli Albergatori di Bassano -. C'è stata molta collaborazione, anche da parte del Comune di Bassano che ha autorizzato le vetture alla sosta in piazza Libertà, che ha animato la vita del centro storico. Questo tipo di manifestazioni, per la promozione del territorio bassanese, è sempre più importante.”

Press Edition New

Bassanonet.it Press Edition

Più visti

1

Politica

08-07-2024

Giada adesso

Visto 10.422 volte

2

Politica

09-07-2024

Via col Momento

Visto 10.422 volte

3

Manifestazioni

08-07-2024

Sold Out per i Take That al Marostica Summer Festival

Visto 8.149 volte

4

Politica

11-07-2024

Vitamina P

Visto 7.841 volte

5

Manifestazioni

07-07-2024

Emma Marrone: una femme fatale sul palco di Marostica

Visto 7.583 volte

6

Attualità

11-07-2024

Penne Montegrappa

Visto 6.047 volte

7

Industria

08-07-2024

Le mappe dei tesori

Visto 5.913 volte

8

Manifestazioni

09-07-2024

La grande notte di Mahmood a Marostica

Visto 5.381 volte

9

Attualità

12-07-2024

Tesso e volentieri

Visto 4.059 volte

10

Attualità

12-07-2024

Quattro x Seven

Visto 4.059 volte

1

Elezioni 2024

19-06-2024

Ultime lettere di Elena Pavan

Visto 29.091 volte

2

Elezioni 2024

21-06-2024

Facoltà di voto

Visto 28.607 volte

3

Elezioni 2024

19-06-2024

Impegno per Roberto

Visto 27.814 volte

4

Elezioni 2024

15-06-2024

Tutti insieme apparentemente

Visto 25.348 volte

5

Elezioni 2024

17-06-2024

Tribuno del popolo

Visto 24.943 volte

6

Elezioni 2024

18-06-2024

Press conference

Visto 24.196 volte

7

Elezioni 2024

24-06-2024

Gratta e Finco

Visto 22.538 volte

8

Elezioni 2024

20-06-2024

Big Bang

Visto 22.363 volte

9

Elezioni 2024

17-06-2024

La confederAzione

Visto 21.992 volte

10

Elezioni 2024

17-06-2024

Il ritorno dello Jedi

Visto 21.728 volte