Pubblicato il 08-04-2011 11:30
in All Stars | Visto 5.859 volte

Una “sexy infermiera” per il Vinitaly

Intervista al Vinitaly con Monica Vallerini, l'attrice bassanese che interpreta l'infermiera sexy del “Medico in famiglia”, e madrina della grande kermesse veronese. “Bassano è sempre nel mio cuore”

Una “sexy infermiera” per il Vinitaly

Monica Vallerini, madrina del Vinitaly (foto Gianpaolo Giacobbo)

Vi confesso che guardo poco le fiction in Tv, quindi non sapevo che Monica Vallerini, cittadellese di nascita e bassanese di adozione fosse una delle attrici di “Un medico in famiglia”, la fortunata serie programmata su RAI 1 dal 1998. Molto più interessante la notizia che fosse la madrina del Vinitaly. La abbiamo incontrata in esclusiva prima dell’inaugurazione ufficiale della 45° edizione della kermesse veronese.

Quale è stata la prima cosa che hai pensato quando ti hanno chiesto di fare la madrina del Vinitaly?
“Sono stata molto contenta, sono veneta, e quindi l’idea di presentare il Vinitaly, la manifestazione più importante del mondo nel vino, all’ente fiera di Verona, mi rende davvero onorata. Avevo già avuto un’esperienza al teatro Camploy con il recital “Tango di due amori”, tratto dalle poesie del presidente dell’AGCOM Corrado Calabrò che poi abbiamo portato anche a Montecarlo. Quando mi hanno chiamata per il Vinitaly sono stata orgogliosa e mi piace l’idea di mettermi in gioco come presentatrice.”

Ti piace il vino e il mondo del vino?
“Sì mi piace molto, sono un’estimatrice, mi piace tantissimo, in particolar modo i vini aromatici dell’Alto Adige come il gewurztraminer, e in genere vini strutturati, quelli di corpo.”

Mi racconti le tue ultime esperienze come attrice?
“Ho appena finito di girare le ultime puntate di “Un medico in famiglia”. Avrò un ruolo per un film al cinema, tratto da un romanzo che si intitola “Brevi storie di lunghi tradimenti”, film di Davide Marengo. Farò la moglie svampita di Guido Caprino che è un attore molto bravo, mi fanno fare sempre questi ruoli così un po’ particolari.”

Cosa pensi di questo ruolo piccante che ti hanno cucito addosso?
“Mi diverto tantissimo. Io mi ritengo, e spero di essere, autoironica, quindi mi prendono in giro ma la prima a prendermi in giro sono io stessa. Questo è un personaggio che ho costruito con qualcosa che comunque c’è nelle mie corde ma è pur sempre un personaggio.”

Come ti trovi nel mondo dello spettacolo?
“E’ da molto che lavoro per ottenere ciò che sto vivendo ora, e sento che le cose stanno girando per il verso giusto. Io cerco di lavorare in modo serio e dignitoso e responsabile senza farmi troppe illusioni. Mi godo l’oggi cercando di programmarmi un bel domani.”

Le facili allusioni riferite al tuo personaggio che effetto di fanno?
“Non lo vedo un problema, non mi importa, penso che sia più un problema di chi le fa rispetto a chi le subisce. Tra l’altro la meraviglia del lavoro dell’attore è di interpretare persone che non sei. Io mi diverto ad entrare ed uscire tra i vari personaggi. Ciascuno pensi quel che vuole, io sto bene con me stessa. Spero piuttosto di continuare a divertirmi così e vivere questo mestiere così. Ti confesso che mi auguro che possano fare un altro “Medico in famiglia” e che questo abbia un suo seguito.”

Di Bassano cosa mi dici?
“Bassano è sempre nel mio cuore, io sono nata a Cittadella ma mia madre è bassanese, ho fatto le scuole a Bassano ed io la ritengo sempre la mia città. E’ bellissima e quando posso ci torno sempre volentieri, stasera sarò a Bassano con tutta la mia famiglia, non vedo l’ora.”

In bocca al lupo anche da Bassanonet!
“Crepi, ciao e ciao Bassano!”

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti