Pubblicità

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 11-10-2021 17:21
in Politica | Visto 6.955 volte

La città invisibile

Roberto Gerin (capogruppo Lega) replica a Bassano Passione Comune: “La rabbia degli esclusi nella violenza della parole dell’opposizione contro la maggioranza”

La città invisibile

Foto Loris Fostari - archivio Bassanonet

“La rabbia degli esclusi nella violenza della parole dell’opposizione contro la maggioranza”.
Si intitola così un “comunicato stampa di replica” del capogruppo della Lega in consiglio comunale Roberto Gerin. Dal comunicato, in realtà, non si capisce chiaramente e dichiaratamente a cosa esattamente Gerin stia replicando.
Tuttavia, nel testo viene citato un paio di volte il capogruppo di opposizione Angelo Vernillo.
Onde per cui, per deduzione, ritengo che la replica del capogruppo leghista sia riferita all’intervento della civica di minoranza Bassano Passione Comune, di cui all’articolo precedente, che in un volantino che sarà distribuito ai gazebo racconta “Le favole della Giunta Pavan”, vale a dire le cose che sono state promesse dall’attuale amministrazione e che in questi due anni e mezzo non sono state ancora realizzate.
Gerin parla di “violenza con cui i consiglieri della minoranza attaccano il lavoro della Giunta e del Sindaco Pavan” - benché il documento della lista di Vernillo sia fortemente critico, ma non certamente “cattivo” - e presenta la sua verità sull’attività amministrativa dei governanti in carica.
Ne emerge l’immagine di una città invisibile, per citare Italo Calvino, per la quale viene presentato un quadro della situazione diametralmente opposto a quello delineato dalla civica di opposizione.
Di seguito il testo integrale del comunicato stampa di Gerin:

COMUNICATO

GERIN: “LA RABBIA DEGLI ESCLUSI NELLA VIOLENZA DELLE PAROLE DELL’OPPOSIZIONE CONTRO LA MAGGIORANZA”

“Non meriterebbero replica le parole dell’opposizione nei confronti della nostra maggioranza, ma per amore di verità non si può tacere di fronte alla violenza con cui i consiglieri della minoranza attaccano il lavoro della Giunta e del Sindaco Pavan. Tuttavia è ai bassanesi che ci rivolgiamo per smentire lo storytelling della Sinistra che perde un’altra occasione per fare il bene della nostra città” - dichiara il capogruppo della Lega in Consiglio Comunale, Roberto Gerin.

“Non c’è nulla di vero in tutto quello di cui ci accusano, ma per replicare su ogni punto su cui veniamo attaccati, dovremmo occupare tempo e spazio che andrebbe solo a rappresentarci come un Consiglio Comunale avvelenato e litigioso.
Abbiamo ereditato un Ponte a metà tra mille polemiche e problemi legali, il cratere Santa Chiara senza progetto e senza finanziamenti (già tolti con la passata amministrazione), un piano Mar inchiodato e irrealizzabile, le manutenzioni dei palazzi pubblici inesistenti, i palazzi scolastici fatiscenti, i quartieri abbandonati, la città in generale degrado e senza progetti approvati da mettere in cantiere.
L’Amministrazione Pavan ha stanziato risorse per mobilità, gestione del territorio, scuole, impianti sportivi, palazzi, sedi di associazioni, disabilità, quartieri che sono in corso di realizzazione o che avranno luce a breve terminato l’iter procedurale delle approvazioni.
Sul tema sicurezza sono sotto gli occhi di tutti i risultati nell’aver assicurato alla giustizia i colpevoli di molti reati.
E non si possono dimenticare la vicinanza a famiglie ed imprese con l’erogazione di risorse e contributi per cifre considerevoli, la trasformazione della Polizia Locale in una struttura sovracomunale con l’Unione montana del Bassanese, lo slancio per la struttura ed i cittadini verso l’innovazione con l’Innovation Lab, la nomina del Monte Grappa a riserva Biosfera UNESCO, la valorizzazione della nostra città anche a livello turistico con eventi culturali importanti e gare sportive di respiro internazionale, una rinnovata programmazione del Museo civico che valorizza il nostro patrimonio e strizza l’occhio anche al contemporaneo e a nuove forme di espressione e allestimento; non tralasciamo la tutela del territorio con i consolidamenti effettuati a Valrovina e sui colli dopo gli eventi franosi.
Siamo al lavoro anche per sciogliere le tematiche più complesse della nostra città: se fossero state semplici da risolvere, ci sarebbe riuscito chi ci ha preceduti.

Noi siamo ben altro, e lo si è visto anche nella recente inaugurazione del Ponte di Bassano, dove mentre il mondo plaude al risultato ed Elena Pavan ringrazia pubblicamente anche i sindaci delle precedenti Amministrazioni, corrisponde l’intemerato attacco di Vernillo & compagni che spiano dal buco della serratura le eventuali sbavature nell’organizzazione dell’evento.

A parti invertite Vernillo avrebbe ringraziato Pavan? O avrebbe prevalso la damnatio memoriae tanto cara alla sua cultura che butta il bambino con l’acqua sporca pur di non riconoscere il lavoro dell’avversario politico? I bassanesi sanno ben distinguere tra la narrazione gossippara del Centrosinistra e l’impegno di una maggioranza che si mette in gioco ogni giorno, che esegue o completa i lavori che l’Amministrazione Poletto non è riuscita a realizzare o completare, che pochi mesi dopo l’insediamento si è trovata ad affrontare la tempesta della pandemia e da cui non siamo ancora usciti, e trasformare criticità fisiologiche - come quella del Teatro che, è bene ricordarlo, non è di proprietà comunale ma di un privato al quale andrebbero rivolte le responsabilità che Vernillo attribuisce a noi - in alibi per lanciare accuse a caso.

Abbiamo sentito riflessioni di alto profilo dalle Autorità presenti alla cerimonia di restituzione del ponte di una settimana fa in cui è stato detto molto sul valore simbolico del ponte, ma questa Sinistra più che costruire ponti innalza muri.”

Roberto Gerin
Capogruppo Lega - Bassano del Grappa

Pubblicità

Più visti