Pubblicità

Radici FutureRadici Future
Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 10-08-2021 17:44
in Attualità | Visto 6.793 volte

Tamponi, #Si Cambia

Da oggi nell'Ulss 7 Pedemontana, come in tutto il Veneto, nelle strutture sanitarie pubbliche i tamponi Covid per finalità personali agli over 12 anni sono a pagamento

Tamponi, #Si Cambia

Il punto tamponi dell'Ospedale di Bassano (foto Alessandro Tich - archivio Bassanonet)

Finisce l'era dei tamponi Covid gratuiti nelle strutture sanitarie pubbliche del Veneto.
Lo stabilisce il nuovo Piano di Sanità Pubblica della Regione e quindi l'Ulss 7 Pedemontana non fa eccezione. Al netto delle deroghe previste (tamponi che restano gratuiti per alcune categorie di utenti che saranno specificate in seguito), in tutti gli altri casi - per i cittadini dai 12 anni di età in su - bisogna mettere mano al portafoglio, con tariffe che variano da 8 euro per gli utenti tra i 12 e i 17 anni ai 15 euro previsti per gli over 18.
In particolare, da oggi diventano a pagamento i tamponi per chi deve effettuare un viaggio all'estero o rientra dall'estero, così come per qualsiasi altra esigenza personale, compresi l'accesso ai servizi (ristoranti al chiuso, palestre, piscine, musei, spettacoli eccetera) per i quali è richiesto il Green Pass e i test richiesti per esigenze lavorative.
Ne dà notizia, con un articolato comunicato stampa che pubblichiamo di seguito, la stessa Ulss 7 Pedemontana che, nell'occasione, fa anche il punto sulla situazione vaccini.

COMUNICATO

COVID: OLTRE 15 MILA NUOVI POSTI PER LA VACCINAZIONE E NUOVI CRITERI DI ACCESSO AI TAMPONI

I nuovi posti sono stati creati dal 22 al 31 agosto per gli utenti tra i 12 e i 59 anni. Confermato l'accesso libero per gli over 50 dopo i positivi risultati ottenuti nei primi giorni dell'iniziativa. Da oggi a pagamento i tamponi agli over 12 anni per finalità personali

Da una parte un ulteriore potenziamento dell’offerta del vaccino, dall’altra una restrizione delle categorie che hanno diritto al tampone gratuito: si muove su questo doppio binario il nuovo Piano di Sanità Pubblica della Regione Veneto, entrato in vigore da oggi, che naturalmente trova immediata e completa applicazione anche nel territorio dell’ULSS 7 Pedemontana.

13 mila nuovi posti per la vaccinazione
Più in dettaglio, l’Azienda socio-sanitaria della Pedemontana e dell’Alto Vicentino ha attivato ulteriori 15 mila nuovi posti (15.365 per la precisione) per la vaccinazione degli utenti tra i 12 e i 59 anni, dal 22 al 31 agosto. Questi nuovi posti, va sottolineato, si aggiungono agli 8 mila già creati la settimana scorsa.
«Queste ulteriori aperture delle agende - sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza - tengono conto della maggiore disponibilità di dosi prevista per il mese di agosto e ci consentono di rafforzare ulteriormente l’appello alla vaccinazione per i cittadini che ancora non hanno aderito alla campagna: come noto stiamo assistendo ad un nuovo incremento dei ricoveri, anche di persone relativamente giovani, ed è ormai prevalente anche nel nostro territorio la variante Delta che presenta una contagiosità molto superiore. Il tutto senza dimenticare le limitazioni per la vita quotidiana e lavorativa a cui andrà incontro chi non si è ancora vaccinato. Per tutti questi motivi ripetiamo quindi ancora una volta l’appello a vaccinarsi: abbiamo posti liberi anche domani, non c’è bisogno di attese. Compiamo ora, in agosto, il massimo sforzo per la vaccinazione, sfruttando l’incremento delle dosi disponibili, e garantiamoci così un autunno all’insegna della normalità e della ripresa in sicurezza della scuola e delle attività lavorative».

Accesso diretto alla vaccinazione per gli over 50
Al fine di favorire in particolare la copertura tra le fasce di popolazione maggiormente a rischio di sviluppare la malattia in forma grave, da venerdì scorso l’ULSS 7 Pedemontana ha esteso agli over 50 la possibilità della vaccinazione ad accesso diretto, dunque senza prenotazione, in precedenza già offerta agli over 60.
L’iniziativa ha riscosso immediatamente un buon successo, con oltre 360 cittadini over 50 che già nella giornata di sabato si sono recati con questa modalità ai Centri di Vaccinazione, pertanto l’offerta dell’accesso diretto per tutti gli over 50 rimane attiva, anche se la prenotazione è sempre consigliata per evitare attese.

Tamponi a pagamento per gli over 12 anni per fini personali
Dalla giornata di oggi, in applicazione del nuovo Piano di Sanità Pubblica della Regione del Veneto, entrano in vigore anche le nuove regole per l’accesso ai Punti Tampone, al fine di dare priorità agli utenti che ne hanno bisogno per motivi sanitari e razionalizzare l’utilizzo del personale sanitario.
Più in dettaglio, rimangono gratuiti i tamponi per: utenti esclusi dalla campagna di vaccinazione in quanto con meno di 12 anni o con una certificazione medica rilasciata dall’Azienda socio-sanitaria; accertamenti clinici, previa impegnativa (per chi ha sintomi sospetti o risulta essere stato a contatto con soggetti positivi, o ancora in previsione di ricoveri programmati o per accedere al Pronto Soccorso); per i visitatori delle strutture residenziali per anziani (previa prenotazione della visita). E ancora, rimangono gratuiti i tamponi per i programmi di screening rivolti agli operatori sanitari; per gli operatori di strutture per disabili così come per i familiari e caregiver di questi ultimi; per gli operatori dei servizi ricreativi o educativi per i minori.
Questi utenti, in caso di attesa prolungata, potranno inoltre contare su corsie preferenziali.
Da oggi diventano invece a pagamento i tamponi per chi deve effettuare un viaggio all’estero o rientra dall’estero, così come per ogni altra esigenza personale, incluso l’accesso ai servizi per i quali è richiesto il Green Pass e i test richiesti per esigenze lavorative. In questi casi, il costo applicato sarà il medesimo previsto dall’accordo nazionale tra il Ministero della Salute e le farmacie: 8 euro per gli utenti tra i 12 e i 17 anni e 15 euro per gli over 18.
È possibile eseguire i test a pagamento presso tutti i Punti Tampone dell’ULSS 7 Pedemontana, che come noto hanno un orario di attività particolarmente esteso: 7.30-21.00 per Bassano e Santorso, 7-13 ad Asiago, tutti i giorni.
Il pagamento può avvenire tramite PagoPA e le casse del CUP, tramite l’apposito certificato che sarà rilasciato presso il Punto Tampone. Per la giornata di oggi, invece, al fine di prevenire possibili inconvenienti nella messa a regime delle nuove regole, gli utenti riceveranno l’avviso di pagamento direttamente a domicilio.
«Queste nuove misure sanano un abuso che si era venuto a creare - sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza -. L’offerta del tampone gratuito era nata per esigenze di screening della popolazione, non per consentire di andare al ristorante senza vaccinarsi. Per un ritorno ad una vita normale la soluzione non può essere il tampone ogni 48 ore: la soluzione è il vaccino, che è una difesa efficace e a lungo termine. È il vaccino che proponiamo e incentiviamo come sistema sanitario. Chi ostina a non capirlo per legge può fare un tampone ogni 48 ore, ma non a spese del sistema sanitario e non tenendo impegnate risorse di personale che abbiamo il dovere di destinare ad attività con una reale valenza sanitaria».

I numeri
Complessivamente in ULSS 7 Pedemontana sono già state somministrate oltre 420 mila dosi e vaccinate oltre 235 mila persone con almeno una dose (71% del totale); di queste, oltre 190 mila hanno già completato il ciclo di vaccinazione (58%).
Si ricorda inoltre che per situazioni particolari (es. residenza in altra regione o all’estero, etc.) è possibile prenotarsi anche tramite il call center regionale 800 462340.

Pubblicità

Opera EstateCelebrazioni PonteMostra

Più visti