Pubblicità

Radici FutureRadici Future
Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 01-02-2021 12:49
in Politica | Visto 1.087 volte

Pari e dispari

Il PD attacca nuovamente l'assessore al sociale Mavì Zanata: “Sono 20 mesi che non convoca la commissione Pari Opportunità”

Pari e dispari

Foto Alessandro Tich

C'era una volta la commissione Pari Opportunità del Comune di Bassano del Grappa.
In realtà la commissione c'è ancora, almeno sulla carta, ma è da una vita che non viene convocata. Esattamente da 20 mesi, come denuncia il Circolo cittadino del Partito Democratico tramite un comunicato stampa trasmesso in redazione. La destinataria dell'attacco politico è l'assessore al Sociale Mavì Zanata, ritenuta dal PD di Bassano la responsabile del blocco dell'attività della commissione.
Riuscirà la sollecitazione del partito di opposizione in consiglio comunale a smuovere le acque? Non ci resta che fare pari e dispari.

COMUNICATO

Sono 20 mesi che l’assessore Zanata non convoca la commissione Pari Opportunità.

Ma che cos'è la commissione Pari Opportunità? È quell'organismo che prevede la collaborazione tra associazioni e amministrazione comunale per garantire a tutti (donne, uomini e bambini) di non essere emarginati per il loro genere, religione, etnia, salute o convinzioni personali. Promuove cultura e azioni pratiche per garantire un mondo giusto dove tutti hanno, appunto, le stesse opportunità.

“L’assessore Zanata ha scelto di non mettersi al tavolo con le associazioni cittadine e di rilevanza nazionale e internazionale per concordare quali rappresentanti nominare in commissione, ma ha preferito convocare (e di fatto nominare nuovamente) la commissione che c'era durante l'amministrazione Poletto, cambiando solo i consiglieri di maggioranza e minoranza.” le parole di Erica Bertoncello, responsabile Diritti e Migranti del PD provinciale di Vicenza, che prosegue: “Forse perchè approva il lavoro fatto dalla passata amministrazione? Ma la commissione, per legge, decade alla fine del mandato del sindaco.”

Dopo una prima convocazione, dopo la non disponibilità di alcuni componenti a proseguire il lavoro, non c'è più stata alcuna convocazione negli ultimi 20 mesi e nulla si è fatto in termini di pari opportunità per i cittadini bassanesi.

“Perchè questa scelta? Le possibilitá sono due: o l’assessore non è disposta a tornare sui suoi passi, ammettere il madornale errore e ripartire da zero dopo tutto il tempo perso oppure per la Zanata la commissione Pari Opportunitá non merita l’attenzione dell’amministrazione Pavan.” incalza Luigi Tasca, segretario dem cittadino.

Tutto questo succede in un periodo in cui i crimini contro le donne sono aumentati in maniera preoccupante a livello nazionale e le disparità tra cittadini sono aumentate e molte sono le fragilità anche a Bassano peggiorate dalla pandemia.

Manca il lavoro e un collegamento fatto in sinergia con le associazioni per proteggere i cittadini più deboli, che non trovano un referente nell'amministrazione.
Una città come Bassano, puó e deve fare di più per i suoi cittadini.

Partito Democratico
Circolo di Bassano del Grappa

Pubblicità

Opera EstateCelebrazioni PonteMostra

Ultimora

Più visti