Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 10-11-2020 18:22
in Politica | Visto 1.671 volte

Messaggio subliminale

Enigmatico (ma neanche troppo) post di Tamara Bizzotto oggi sulla sua pagina Facebook

Messaggio subliminale

Fonte immagine: Facebook / Tamara Bizzotto

Lo strano destino social dei personaggi pubblici è che i loro messaggi, per quanto privati, sono di interesse pubblico. A maggior ragione se stiamo parlando di un assessore comunale il cui siluramento è annunciato alle porte. Questa mattina Tamara Bizzotto, che formalmente è ancora l'assessore comunale alla Sicurezza, alla Protezione Civile e al Centro Storico di Bassano del Grappa, ha pubblicato un post sulla sua pagina Fb con la seguente frase, che è poi una libera citazione da “Il giorno della civetta” di Leonardo Sciascia: “Uomini, mezz'uomini, ominicchi e quaquaraquà. Una triste realtà.”
Punto e basta. Si tratta del classico messaggio subliminale o, se preferite, della classica affermazione “misteriosa” da leggere tra le righe e infatti gli emoji di commento con la faccina “pensierosa” sono numerosi. Un deciso cambio di direzione rispetto agli altri post della Bizzotto più recenti, e soprattutto più entusiastici e positivi, sull'anniversario del referendum per l'autonomia del Veneto, su Bassano in rosa per il Giro d'Italia, sul nuovo look di piazza Garibaldi dopo la rimozione dell'edicola oppure sulla sua stessa candidatura alle regionali con la Lista Veneta Autonomia (ma non con la Lega o con la Lista Zaia, come da volere altrui).
Per come è strutturato - senza ulteriori testi a corredo o a spiegazione del messaggio pubblicato -, l'odierno post dell'assessore leghista si apre ad un ampio ventaglio di interpretazioni, corrispondente a tutto e al contrario di tutto. Ma è un inequivocabile sintomo che qualcosa sta “accadendo”. È insomma un post enigmatico, ma neanche troppo.
Oggi peraltro non è una giornata qualsiasi perché il martedì si riunisce la giunta comunale.
E, come si suol dire, si attendono sviluppi in quello che a detta di alcuni bene informati di Palazzo potrebbe essere “il giorno x” della Tamaranovela.
La citazione postata su Facebook, come ho già scritto, va comunque letta tra le righe.
Il che significa individuare ciò che non dice attraverso quello che dice.
Secondo alcuni autorevoli Bizzottologi, da me interpellati, il messaggio potrebbe riferirsi a chi ha avallato politicamente il percorso verso il nuovo cambio della guardia in giunta tra la Bizzotto e il consigliere Claudio Mazzocco e cioè il vicepresidente del consiglio regionale Nicola Finco. Ma il post riguarda vari soggetti e va quindi in ogni caso interpretato al plurale.
I diversi commenti al post della Bizzotto si dimostrano solidali con l'autrice del messaggio. Nessuno entra nel merito del “perché” la pubblica amministratrice abbia voluto esternare in questo modo il suo pensiero, ma tutti percepiscono il clima di un momento difficile presumibilmente causato da qualcuno che, come scrive un utente del social, “è declinabile anche al femminile”. Comunque sia, quelle postate da Tamara Bizzotto sono parole che la dicono lunga sul nervosismo che sembra manifestarsi in queste ore, per quanto la riguarda, in seno alla giunta comunale. Una tensione che si taglia con il coltello, come la torta di un matrimonio politico che sta per finire.

LIBERTÀ È PAROLA #LIVE - Speciale natalizio: “Una poltrona per due”

Ebbene sì, è il Direttore di Bassanonet.it Alessandro Tich a condurre quest’anno lo #specialenatalizio di Libertà è Parola. Anche quest’anno...

Più visti