Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 16-11-2018 15:25
in Attualità | Visto 1.398 volte
 

Natale e quale

Da domani la nuova edizione del “Natale a Bassano”, promosso dai commercianti. Tradizione, ma anche qualche novità, sotto il nuovo albero tecnologico

Natale e quale

Commercianti in versione 'Merry Christmas': Alberto Borriero, Elena Scotton, Romano Zanon e Riccardo Torre (foto Alessandro Tich)

Merry Christmas. Confcommercio Bassano e Comune di Bassano del Grappa sono spesso ai ferri corti (dal ricorso al Tar sull'Area Pengo fino alla novità di queste ore della mappa turistica del Chilometro Quadro, passando per le vicissitudini del Ponte e di Borgo Angarano, gli oggetti del contendere non mancano), ma quando si avvicina il periodo natalizio, dei mercatini, degli addobbi, dei trenini lillipuziani e degli alberi tecnologici, le due controparti riprendono regolarmente a tubare.
E non a caso la conferenza stampa di presentazione delle iniziative della Confcommercio per il “Natale a Bassano 2018”, con l'intervento anche del sindaco Riccardo Poletto, si tiene davanti alla “statua del bacio” in piazzetta Angarano.
“Il progetto è quello del Natale a Bassano, e non solo del mercatino - afferma il presidente della delegazione di Bassano dei commercianti Alberto Borriero -. Le iniziative sono estese a tutto il centro storico. In piazzetta Guadagnin sarà allestito il Villaggio di Babbo Natale. Davanti alla statua del “bacio” sarà realizzato il Giardino di Natale. Avremo in piazza il nuovo albero conico con il “tunnel dell'amore”, di 16 metri e mezzo di altezza, 3 metri e mezzo più alto dell'albero precedente.”
“Abbiamo installato 500 fiocchi di neve in tutto il centro storico - prosegue Borriero, riferendosi alle luminarie -. All'allestimento hanno contribuito 250 ditte commerciali, che copriranno il 50% della spesa. Del restante 50% si fa invece carico l'Amministrazione comunale.”
Riparte così il programma delle manifestazioni natalizie, giunte alle 23sima edizione, secondo quello che potremmo definire un format consolidato.
Si comincia domani alle 17.30, con l'inaugurazione ufficiale nella Loggetta del Municipio e l'accensione del nuovo cono, pardon albero di Natale cittadino.
Oltre alle ormai perpetue casette di legno del mercatino, ospitate in piazza Libertà e piazza Garibaldi da domani fino al 6 gennaio, ci sarà appunto anche il Villaggio di Babbo Natale, spazio per i più piccoli in piazzetta Guadagnin, ogni sabato e domenica a partire dal 1 dicembre. Largo inoltre alle “carole” natalizie, con rassegne di canti, musical e cornamuse per le vie della città. Ma anche alla solidarietà, con la new entry del Villaggio Angarano, iniziativa solidale organizzata per domenica 25 novembre con lo scopo di raccogliere fondi a favore dei boschi dell'Altopiano colpiti poche settimane fa dal forte maltempo. E poi ancora i sempre presenti elementi che appartengono alla categoria “L'Eterno Ritorno”. Natale e quale. Il mercatino “con tante idee regalo”, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19.30; la giostra di cavalli in piazzotto Montevecchio; il trenino dei fine settimana per le vie della città. Rieccoli qua, regolari come un orologio svizzero.
Presenti inoltre, come sottolinea un comunicato della Confcommercio, “gli immancabili vin brulé, cioccolata calda, panini e snack di ogni genere”.
Probabilmente è più Merry che Christmas, ma va bene così.