Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 28-12-2017 14:29
in Attualità | Visto 2.592 volte

Poletto Maps

Dalla prossima estate rivoluzione viabilistica in strada Santa Croce, la via centrale del Centro Studi a Bassano. Novità per la circolazione delle auto, per il traffico ciclabile e per l'utenza pedonale

Poletto Maps

Strada Santa Croce, vista da nord verso sud, come si presenta oggi (fonte immagine: Google Maps)

Per spiegare in conferenza stampa le prossime novità sulla viabilità in Centro Studi, il sindaco di Bassano Riccardo Poletto si attrezza con le videate di Google Maps già localizzate su quartiere Santa Croce sul monitor della sala giunta in municipio.
Ma illustrare a parole sensi unici, piste ciclabili, piste pedonali, cordonature e quant'altro non è un argomento semplice da far cogliere al volo ai cronisti che prendono appunti.
E così il primo cittadino prende un grande foglio di carta, lo stende sul tavolo e a tratti di penna si sostituisce al servizio di visualizzazione geografica del motore di ricerca.
Quella di Poletto Maps è una buona idea, perché in questo modo l'argomento diventa finalmente chiaro a tutti.
E si tratta dell'assetto viabilistico futuro (che sarà realizzato la prossima estate, a scuole chiuse) di strada Santa Croce: la principale via di attraversamento del Centro Studi sulla direttrice nord-sud, sulla quale negli orari di punta confluiscono in contemporanea migliaia di studenti. La prima novità annunciata è la seguente: strada Santa Croce, attualmente a doppio senso di marcia per le autovetture nel tratto tra l'intersezione con via Bach-via S. Tommaso D'Aquino e via Rosmini, diventerà un arteria a senso unico, in direzione nord-sud. Si potrà cioè procedere in auto solo in direzione di via Rosmini, mentre da via Rosmini non sarà più impossibile imboccare la via notoriamente costeggiata dalla doppia fila di cipressi.
Contestualmente, sul lato ovest (lato scuole) della sede stradale di strada Santa Croce non più a doppio senso di marcia, sarà ricavata una nuova pista ciclabile da percorrere esclusivamente in direzione sud (verso via Rosmini) e che sarà separata dalla carreggiata per le auto da un'apposita cordonatura di sicurezza. Diventerà in questo modo la continuazione naturale della pista già esistente in via Ognissanti.
Per il traffico a due ruote in direzione nord (da via Rosmini verso gli istituti scolastici) è pronta anche la soluzione sul lato opposto della strada: l'attuale pista promiscua ciclabile-pedonale compresa tra i cipressi e la staccionata di delimitazione di Parco Baden Powell diventerà solo ciclabile e completata su nuovo sedime, e con asfalto drenante, nel tratto ancora mancante tra via Schubert e via Bach. Dunque due piste ciclabili parallele, ciascuna dedicata a un senso di marcia.
E i pedoni? Poletto Maps, ovviamente, ha pensato anche a loro.
Nel tratto tra via Bach e via Schubert rimarrà a loro disposizione la pista compresa tra i cipressi e la staccionata, quindi il percorso pedonale proseguirà con una nuova pista dedicata ricavata all'interno di parco Baden Powell fino a via Rosmini.
Inoltre, per far desistere dai loro intenti gli ultimi furbetti del parcheggio nei “fazzoletti” a divieto di sosta in mezzo ai cipressi, saranno collocati degli ostacoli fisici (panchine e paracarri) tra un albero e l'altro.
Tutto chiaro anche per voi, cari lettori? Speriamo di sì.
Le novità annunciate non sono ancora contenute in una delibera di giunta e il progetto è ancora ufficialmente da definire, ma il sindaco le rende comunque note agli organi di informazione come anticipazione di un cambiamento già di prossima concretizzazione.
Prima ancora che venga realizzata la nuova viabilità a senso unico durante la prossima pausa estiva, infatti, i frequentatori a quattro ruote di quartiere Santa Croce saranno “forzatamente invitati” a imboccare il meno possibile strada Santa Croce dall'ingresso a sud di via Rosmini. Al centro strada dell'intersezione sarà appositamente collocata una nuova cordonatura. Chi proviene in auto da est (quartiere Firenze) potrà ancora svoltare a destra su strada Santa Croce senza problemi.
Chi arriva invece dalla direzione opposta (via Rosmini da viale De Gasperi) troverà la svolta a sinistra sbarrata dalla cordonatura e per entrare nella via dei cipressi in Centro Studi dovrà prima continuare fino alla rotatoria di via Ca' Dolfin e quindi ritornare indietro. Un sistema di “gentile dissuasione” per cominciare a decongestionare dal traffico strada Santa Croce anche nella sua ultima fase a doppio senso di circolazione.
“È anche un sistema - puntualizza il sindaco - per fare in modo le macchine risalgano verso nord per via Sibelius, che è più larga e scorrevole e non presenta le problematiche dell'incrocio di via Santa Croce con via S. Tommaso D'Aquino e via Bach.”
Sul futuro riassetto viabilistico dell'arteria centrale del Centro Studi, come riferisce ancora Poletto, il presidente del consiglio di quartiere Santa Croce ha già espresso il proprio parere favorevole. A quanto pare la novità, visto anche il bacino di utenza a cui si rivolge, è stata studiata bene.

Più visti