Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 30-03-2015 23:00
in Politica | Visto 2.306 volte

Madonna Mara e Messer Marino

Siparietto medievale di Mara Bizzotto e Marino Finozzi allo stand della Pro Marostica a “Pedemontana Expo”. Un cambio di costume immediato, degno del miglior Brachetti. Già indicati come “tosiani”, che si stiano allenando a cambiare casacca?

Madonna Mara e Messer Marino

Mara Bizzotto e Marino Finozzi in versione medievale allo stand della Pro Marostica a "Pedemontana Expo"

Madonna Mara e Messer Marino - al secolo Mara Bizzotto e Marino Finozzi, europarlamentare la prima, assessore regionale il secondo, entrambi con la tessera della Lega Nord - sorridono di fronte a un selva di telecamere, macchine fotografiche e telefonini pronti a immortalare la scena.
Si tratta di un'evidente non-notizia, ma la foto è troppo bella per non essere pubblicata. L'occasione dell'insolito siparietto medievale viene data dall'inaugurazione di “Pedemontana Expo”, la mostra-mercato che lo scorso weekend, nel padiglione espositivo di Bassano Expo a Cassola, ha acceso i riflettori sulle eccellenze turistiche, ricreative ed enogastronomiche della Pedemontana Veneta, inserita tra i dieci Sistemi Tematici Turistici della Regione Veneto con il marchio “Pedemontana e Colli”.
E' stato lo stesso assessorato regionale al Turismo, retto da Finozzi, a promuovere l'evento a cui è stato affiancato, sabato a Villa Giusti del Giardino a Bassano del Grappa, un workshop per l'incontro tra la domanda e l'offerta turistica degli operatori del territorio a cui hanno preso parte una quarantina di buyers provenienti da tutta Europa.
Dopo il taglio del nastro della rassegna fieristica, durante il consueto “giro delle autorità” (con la presenza di sindaci e amministratori della provincia di Vicenza che nel Bassanese non si vedeva da tempo), ecco che all'improvviso si è presentato lo scherzoso fuori programma. Giunti allo stand dell'Associazione Pro Marostica, dedicato alla Partita a Scacchi, la Bizzotto e Finozzi non hanno resistito alla tentazione di farsi riprendere e fotografare sulle sagome cartonate dei costumi della manifestazione, a beneficio dei media presenti.
Un cambio di costume immediato, degno del miglior Arturo Brachetti.
Già indicati entrambi come “tosiani” - e la Bizzotto persino come “tosiana di ferro” - che si stiano allenando, all'interno del loro partito, a cambiare casacca?

Libertà è Parola

Libertà è Parola - Intervista ad Angelica Bizzotto

Stasera raccontiamo la storia di questa giovane bassanese con un’enorme passione per il cinema che l’ha portata a studiare alla University of...

Più visti