Canova
Canova

Redazione Redazione
Bassanonet.it

Attualità

Polo rifiuti di Bassano del Grappa, una risorsa per i Comuni

Pubblicato il 28-09-2014
Visto 2.688 volte

Canova

Amministrazioni comunali in visita guidata, giovedì 25 settembre, al Polo rifiuti di quartiere Pré a Bassano, per comprendere meglio il processo di raccolta, selezione, trattamento e avvio al riciclo, che Etra gestisce per conto dei soci. Presenti i rappresentanti dei Comuni di Campolongo sul Brenta, Cassola, Mussolente Pove del Grappa, Pozzoleone, Romano d'Ezzelino, San Nazario, Tezze sul Brenta e Valstagna. Durante la visita gli amministratori hanno potuto visionare i vari settori operativi dell’impianto, accompagnati dai tecnici di Etra.
«Riteniamo importante condividere e diffondere le conoscenze tra i soci» – spiega il presidente del Consiglio di gestione di Etra, Stefano Svegliado – «affinché ci sia una sempre maggiore consapevolezza nella definizione di politiche, strategie e soluzioni tecniche nella gestione dei rifiuti. Se funzionari e amministratori comunali sono ben informati sui processi che avvengono dopo la raccolta, possono prendere decisioni più efficaci ed efficienti a vantaggio della collettività».
Come rappresentanti dei cittadini, gli amministratori locali hanno potuto toccare con mano anche le criticità legate alla raccolta sul territorio. È ben visibile, ad esempio, l’elevata quantità di materiale di scarto che viene conferita erroneamente con l’umido, come scatolette in latta del tonno o le sempre più diffuse cialde in plastica per il caffè. Tutto questo materiale viene rimosso durante il processo, grazie alla capacità di selezione dell’impianto.

Gli impianti gestiti da Etra sono vere e proprie risorse, che appartengono ai Comuni soci. Il digestore di quartiere Pré consente una gestione “a km zero” dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata dell’umido e del verde nel comprensorio bassanese, restituendo nuova materia (il compost) ed energia (generata dal biogas). Considerato un modello di innovazione tecnologica a livello europeo, l’impianto di Bassano è stato più volte visitato da delegazioni di tecnici e studiosi da diverse parti del mondo. Con iniziative di divulgazione come quella di oggi, anche i Comuni possono rendersi conto dei “tesori” presenti nel proprio territorio.

Più visti

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 11.961 volte

2

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.257 volte

3

Attualità

21-11-2022

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Visto 7.046 volte

4

Attualità

20-11-2022

Profumo di Leandro

Visto 6.551 volte

5

Attualità

23-11-2022

Pantani in pista

Visto 6.345 volte

6

Attualità

24-11-2022

Born To Be Wild

Visto 5.057 volte

7

Incontri

20-11-2022

Tra le Arti sorelle

Visto 3.313 volte

8

Musica

24-11-2022

Flaviada con Paolo Conte

Visto 2.706 volte

9

Calcio

20-11-2022

Bassano da rincorsa

Visto 2.055 volte

10

Lavoro

26-11-2022

È sparito il potere d’acquisto

Visto 723 volte

1

Attualità

21-11-2022

Oh che bel Macello

Visto 11.961 volte

2

Attualità

15-11-2022

L’Osservatore Romano (d’Ezzelino)

Visto 8.380 volte

3

Politica

11-11-2022

Ho visto cose

Visto 8.118 volte

4

Politica

09-11-2022

Una Giada in Museo

Visto 7.554 volte

5

Attualità

12-11-2022

Abbey Road

Visto 7.526 volte

6

Attualità

29-10-2022

O mia cara finestra

Visto 7.386 volte

7

Cronaca

14-11-2022

La febbre del sabato sera

Visto 7.343 volte

8

Politica

19-11-2022

Park Condicio

Visto 7.269 volte

9

Attualità

20-11-2022

Veni, Vidi, Deficit

Visto 7.257 volte

10

Attualità

21-11-2022

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Visto 7.046 volte