Pubblicato il 04-06-2014 17:28
in Attualità | Visto 1.842 volte

Mose. M5S: “Il Veneto è solo la punta di un iceberg”

Riceviamo dal Movimento 5 Stelle del Veneto, e pubblichiamo:

COMUNICATO

MOSE. M5S: IL VENETO E' SOLO LA PUNTA DI UN ICEBERG, LUPI RIFERISCA IN AULA

"Il Mose è solo la punta di un iceberg. Gli arresti di stamane confermano che in Veneto vige un circuito perverso e corrotto. Nell'assegnazione degli appalti per le grandi opere. Un sistema che, come nel caso dell'Expo, coinvolge il mondo politico di destra e di sinistra riproponendoci, dopo oltre 20 anni, gli orrori di una nuova Tangentopoli.”


Lo dichiarano i parlamentari del Movimento 5 Stelle, commentando la richiesta dei trentacinque arresti formulata oggi dalla Procura della Repubblica di Venezia nell'ambito dell'inchiesta sui fondi neri per la realizzazione del Modulo Sperimentale Elettromeccanico.

”Quello di oggi - proseguono i parlamentari - è l'ennesimo terremoto giudiziario, per questo torniamo a chiedere che si faccia luce su tutte le grandi opere avviate in Veneto attraverso un giro di appalti e una spartizione di soldi pubblici che noi, cittadini e comitati veneti, denunciamo da anni.”
“Auspicando che il Parlamento si esprima quanto prima per dare l'autorizzazione a procedere all'arresto nei confronti dell'ex ministro Galan, chiediamo inoltre - concludono i parlamentari - che il ministro Lupi riferisca in tempi rapidi sull'attuale stato delle commesse degli appalti veneti.”

Libertà è Parola

Libertà è Parola: “Scuola: tra passato e futuro” Intervista a Gianni Zen

Nelle emergenze, come nel quotidiano, il tema della #scuola ritorna sempre: infrastrutture, didattica, qualità e molto altro. Col nostro ospite,...

Più visti