Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 02-04-2014 13:59
in Attualità | Visto 2.309 volte

Ogni lasciata è persa

Pollice verso della Pro Bassano per il recupero della sfilata dei carri allegorici del Carnevale di Bassano, saltata il 2 marzo scorso per il maltempo. Il 25 aprile la sfilata “sostitutiva” non si farà: troppi paletti a impedirne lo svolgimento

Ogni lasciata è persa

Foto: Roberto Bosca - archivio Bassanonet

Dice il saggio: ogni lasciata è persa.
Ed è proprio vero, anche nel caso del Carnevale di Bassano di quest'anno.
Che perde definitivamente l'occasione di recuperare la parte più attesa del suo programma: la tradizionale sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati valida per il concorso “Nason d'Oro”, evento che richiama ogni anno in centro storico migliaia di spettatori.
La sfilata, come si ricorderà, era prevista domenica 2 marzo. Ma a causa delle sfavorevoli condizioni del tempo, anticipate dalla pioggia battente che la sera precedente aveva fatto saltare anche l'anteprima in notturna, la Pro Bassano - organizzatrice della tradizionale kermesse del Carnevale in città - nella tarda mattinata di quella domenica aveva preso la sofferta decisione di sospendere la manifestazione.
E poco importa se - per una sorta di nuvola di Fantozzi all'incontrario - dopo l'ora di pranzo il cielo si era aperto facendo comparire addirittura il sole.
Oramai era troppo tardi, anche perché i preparativi per lo spettacolo dei carri, in partenza da via Velo, necessitano di tempi tecnici che comprendono anche le ore della mattina.
Tant'é: successivamente la Pro Bassano ha pensato all'organizzazione di una soluzione alternativa per recuperare l'evento sospeso, alla ricerca di una data libera per “trovare una soluzione al completamento del Carnevale con una proposta degna della tradizione bassanese”.
La data per il recupero, su approvazione del consiglio direttivo della Pro Bassano, era poi stata trovata: venerdì 25 aprile, giorno di festività e in quanto tale indicato per richiamare gli spettatori da fuori città a Bassano.
Anche il Comune di Bassano, per gli aspetti logistici di sua competenza, aveva dato il suo assenso. Ma ieri, nel corso di una nuova riunione del consiglio della Pro Loco, è stata presa la decisione definitiva: il recupero della sfilata dei carri allegorici non si farà.
A confermarcelo è il presidente dell'Associazione Pro Bassano Renzo Stevan, a margine della conferenza stampa di presentazione della manifestazione “Giardini a Bassano” di cui ci occuperemo in un altro articolo.
“Ci sono stati vari problemi - ci dice Stevan -. Il primo problema è sorto con il Quartiere San Marco, che proprio il 25 aprile ha la sagra del quartiere, per cui è impossibile far partire i carri da via Velo. Poi ci sono i “Giardini a Bassano”, con alcuni giardini allestiti lungo il percorso della sfilata. I coriandoli gettati sui giardini creerebbero dei problemi, e i giardinieri hanno detto “no”. C'è inoltre il problema del cantiere sul lato nord di piazza Libertà, che il 2 marzo scorso era partito da poco e si poteva arretrare per dare spazio al passaggio dei carri. Ora, con l'avanzamento dei lavori, il cantiere non è più arretrabile. Infine non tutti i carristi sono disponibili per il 25 aprile.”
Una concatenazione di cause e di inconciliabili coincidenze per le quali il “Carnevale di recupero” non sarà fatto.
E qui non c'è marketing territoriale che tenga: quando salta una data prevista, come confermato da quanto sopra scritto, mettere d'accordo le diverse componenti della città è una missione impossibile.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti