Pubblicato il 08-02-2014 19:53
in Attualità | Visto 2.422 volte

Turismo. A lezione di...reputazione

Gli albergatori e gli altri operatori turistici impegnati nell’accoglienza tornano a scuola per seguire le giornate di formazione che il consorzio Vicenza è organizza, in collaborazione con Confcommercio e i Comuni di Bassano del Grappa, Schio e Vicenza, nelle giornate di lunedì 10 e martedì 11 febbraio.
Il tema dei seminari riguarda l’”hotel reputation management”, argomento di cui si parla molto anche in relazione al portale di recensioni Tripadvisor, e le lezioni saranno tenute dall’esperto Nicola Del Vecchio.
Martedì pomeriggio toccherà a Bassano presso la sala convegni di Confcommercio, ospitare una lezione.
Nel corso delle lezioni verranno trattate questioni riguardanti la reputazione delle strutture ricettive online e offline, quanto incidono le recensioni sui fatturati, come affrontare le recensioni, come monitorare la rete, come rispondere e come fare per aumentare le recensioni positive  e affrontare quelle negative, con vari esempi pratici. Ai partecipanti sarà poi inviata la guida pratica per hotel e strutture ricettive “Come gestire le recensioni online e rispondere in maniera efficace”, nell’ambito del programma di formazione per gli operatori turistici, voluto dal presidente di Vicenza è Dino Secco, aderendo alle proposte del presidente provinciale albergatori Confcommercio Oscar Zago e del presidente bassanese Roberto Astuni.
Quindi: martedì 11 febbraio 2014 dalle 14.30 alle 18.30 presso la Sala Convegni Confcommercio in Largo Parolini, 48 si terrà a Bassano la giornata di formazione Hotel Reputation Management.
“A differenza del passato in cui la reputazione on line era un concetto impalpabile - commenta il presidente degli albergatori bassanesi Roberto Astuni -, oggi diventa un concreto biglietto da visita dell’azienda. Concreto perché ora resta tutto scritto ed è facilmente raggiungibile da chiunque. Il motivo di questa rivoluzione concettuale (perché di questo si tratta) è la forte accelerazione della diffusione di internet che ora ha raggiunto una massa critica tale da imporsi come uno dei media di riferimento.”

Più visti