Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 13-12-2013 17:39
in Attualità | Visto 3.072 volte
 

Cassola, “rinasce” l'ex caserma San Zeno

Per due ex caserme che a Bassano cercano di leggere il loro futuro nella sfera di cristallo, ce n'è una a Cassola che rinasce invece a nuova vita e destinazione d'uso. E' l'ex caserma San Zeno di via Ca' Baroncello, nota anche come “caserma dei muli”, oggi di proprietà del Comune di Cassola e destinata ad ospitare il nuovo Centro di aggregazione giovanile comunale e la sede della sezione cittadina della Protezione Civile.
I due nuclei di attività troveranno spazio nei due fabbricati principali dell'ex area militare, restituiti alla comunità dopo i lavori di sistemazione.
Oggi la cerimonia del taglio del nastro ad opera del sindaco Silvia Pasinato, alla presenza dell'immancabile stuolo di amministratori e autorità locali e di rappresentanti delle associazioni del volontariato.
I lavori di ripristino delle strutture, finanziati in parte dalla Regione, hanno permesso di rimettere a nuovo i vecchi edifici comunali ricavando i nuovi spazi di aggregazione.
In particolare l’ala ovest, destinata ai giovani, potrà ora ospitare sale prove per i gruppi musicali, veri e propri concerti e spazi adibiti ad aule studio che presto, grazie ai 7000 euro donati al Comune dagli organizzatori del C.a.b.s. (torneo di calcio sulla sabbia ospitato proprio nell'area della caserma) saranno dotate di computer e collegamenti internet. Sarà avviata già la prossima primavera la gara per l’affidamento delle attività interne al centro di aggregazione giovanile.
Lo stabile est, invece, ospiterà le riunioni e i mezzi della Protezione Civile comunale finalmente riunita in un’unica sede.