Pubblicità

Pubblicato il 07-11-2013 16:57
in Cronaca | Visto 2.086 volte

Berlato: “Far luce in Europa sulla vicenda del bassanese arrestato in Ghana per delitto”

“La vicenda avvenuta in Ghana è certamente una tragedia, e al di là di una sentita solidarietà alle famiglie coinvolte, mi impegno in prima persona a far sì che nessuno si senta abbandonato a sé stesso, che si faccia luce quanto prima su una vicenda dai contorni poco chiari e terribile, dove contiamo già una vittima e dove rischiamo che un nostro concittadino venga trattato alla stregua di un assassino quando tutto fa presagire, dalle testimonianze della totalità delle persone che lo conoscono fino alla sua condotta di vita improntata al volontariato, che non lo sia.”
Annuncia così Sergio Berlato, deputato al Parlamento europeo e coordinatore provinciale del Pdl di Vicenza, l’intenzione di presentare un’interrogazione alla Commissione europea rispetto la notizia dello stato di fermo in Ghana di Luigi Serradura, 62enne di Solagna sospettato dalla Polizia dell’omicidio, avvenuto martedì 29 ottobre ad Amasaman, di Egle Bellunato, 74enne di Romano d’Ezzelino, originaria di Mogliano Veneto.
“Bisogna agire con celerità - spiega Berlato - e pur confidando nell’operato dell’ambasciata italiana ad Accra, ritengo necessario tenere alta l’attenzione su questa vicenda coinvolgendo anche l’Unione europea, per non correre il rischio di incorrere negli errori che sono stati fatti in altri casi ove sono coinvolti nostri cittadini, in cui l’Italia non ha saputo dimostrare forza diplomatica e volontà e dove oltre ad essersi dilatati enormemente i tempi della giustizia si sono moltiplicati anche i rischi per i coinvolti.”
“Le famiglie di Bellunato e Serradura - conclude il deputato europeo - hanno il diritto di pretendere verità e giustizia e di dare contorni chiari a una vicenda triste ed angosciosa, e sappiano fin da ora che darò loro supporto in qualsiasi maniera io possa farlo.”

Pubblicità

Ultimora

Più visti