Pubblicato il 28-11-2012 19:56
in Attualità | Visto 1.290 volte

Un'azione comune per combattere la criminalità

Incontro a Rosà tra il sindaco Paolo Bordignon ed i vari referenti delle locali Forze dell’Ordine dopo i recenti fatti di cronaca e nel quadro anche delle indicazioni espresse dal Prefetto di Vicenza

Un'azione comune per combattere la criminalità

Incontro questa mattina in Municipio tra il sindaco Paolo Bordignon ed i vari referenti delle locali Forze dell’Ordine. La riunione voluta dal Primo cittadino, è stata indirizzata a concordare e pianificare una serie di interventi nel territorio dopo i recenti fatti di cronaca e nel quadro anche delle indicazioni espresse dal Prefetto di Vicenza che nella giornata di ieri a Bassano del Grappa, ha incontrato i vari Amministratori.
Il Sindaco ha posto l’accento sull’azione di un maggior controllo degli esercizi pubblici, quali licenze, orari di chiusura, disturbo della quiete pubblica e somministrazione di alcolici, esercizi poi spesso oggetto di movimenti di persone comunitarie ed extracomunitarie che necessitano di opportune verifiche.
Controlli sulle persone già in essere a Rosà grazie alle proficua collaborazione instaurata negli anni tra il Comando di Polizia Municipale e la locale Stazione dei Carabinieri che ha portato nel tempo a numerosi interventi ed azioni congiunte.
Nell’incontro di ieri, il Prefetto ha reso noto l’andamento della criminalità nel Comprensorio e nei singoli comuni del bassanese. Nel quadro generale del triennio che interessa Rosà (statistica disponibile online sul sito web del comune di Rosà con dati aggiornati al 31.10.2012), all’aumento del numero di furti in appartamento (26 nel 2010, 33 nel 2011 e 34 nel 2012) e di furti d’auto (8 nel 2010, 5 nel 2011 e 9 nel 2012), corrisponde una sensibile diminuzione di furti in negozi (29 nel 2010, 32 nel 2011 e 27 nel 2012) e borseggi (9 nel 2010, 14 nel 2011 e 6 nel 2012).
«L’impegno di prevenzione della criminalità nel territorio da parte delle Forze dell’Ordine rimane costante come l’attenzione è sempre massima – commenta il sindaco Paolo Bordignon – ma la cosa più importante è l’impegno di ogni singolo cittadino nel segnalare persone o situazioni anomale, e nel guardare fuori dalla finestra di casa controllando magari la casa del vicino. Solo con la collaborazione reciproca possiamo dare il nostro contributo per combattere la criminalità.»

    Più visti