Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 14-09-2012 11:07
in Attualità | Visto 2.340 volte
 

Lo spreco di Bassano secondo Severino

Taglio dei tribunali: il ministro risponde in audizione alla Commissione Giustizia della Camera. Sui nuovi Tribunali di Bassano del Grappa, Chiavari e Tolmezzo: “Inutile dispendio di risorse, bastavano quelli già esistenti”

Lo spreco di Bassano secondo Severino

Il ministro della Giustizia Paola Severino

La chiusura del Tribunale di Bassano del Grappa, assieme a quello di Chiavari in Liguria, non è uno spreco di denaro. Anche se in queste due città stanno per essere inaugurati due nuovi palazzi di giustizia, costati complessivamente allo Stato e quindi ai cittadini la bellezza di 26 milioni di euro.
Anzi: lo spreco c'è stato, ma è stato compiuto da chi ha deciso di costruire queste nuove sedi che ora - dopo l'emanazione del Decreto legislativo sulla revisione della geografia giudiziaria che cancella 31 Tribunali e relative Procure - diventeranno delle grandi cattedrali del nulla.
E' questo il pensiero del ministro della Giustizia Paola Severino, espresso ieri in audizione alla Commissione Giustizia della Camera, in risposta agli interrogativi dei deputati che sollevando i casi dei Tribunali di Chiavari, Bassano del Grappa e Tolmezzo hanno chiesto al guardasigilli se non si tratti di uno spreco di denaro pubblico.
“Mi chiedo perché il denaro è stato speso in quel modo per la costruzione di nuovi tribunali” - ha risposto Severino, secondo quanto riportato dalle agenzie.
“Non voglio essere polemica - ha ancora detto il ministro -. Ma sono andata a vedere quei tribunali e mi sono chiesta perché sono stati costruiti con quel dispendio di risorse, dal momento che i numeri dicevano che erano sufficienti i tribunali già esistenti.”
Il guardasigilli ha inoltre ricordato che nei criteri di scelta sui tagli ha prevalso anche la considerazione delle aree metropolitane (Roma, Milano, Palermo, Napoli e Torino), la salvaguardia di tutti i tribunali provinciali e la considerazione che quelli esistenti devono operare su un bacino di utenza di almeno 200 mila abitanti.

Editoriali

La tromba del giudizio

La tromba del giudizio

Alessandro Tich | 12 giorni fa

Il "Tich" nervoso Dalla vicenda Monegato, e in prospettiva elezioni amministrative a Bassano, considerazioni a ruota libera sull'uso politico dei social