Pubblicità

Pubblicato il 23-06-2021 17:19
in Associazioni | Visto 3.343 volte

Monte Grappa: voci del silenzio

Debutto lo scorso fine settimana per due iniziative che attraverseranno l’estate e che rientrano nel programma “Reborn. La montagna che rinasce”, curata de La Piccionaia-Centro di Produzione Teatrale

Monte Grappa: voci del silenzio

punto di lancio sul Monte Grappa

Debutto lo scorso fine settimana, sabato 19 e domenica 20 giugno, per due iniziative che attraverseranno l’estate e che rientrano nel programma: “Reborn. La montagna che rinasce”.
Il progetto che guarda da vicino in particolar modo il massiccio del Monte Grappa è stato finanziato nell’ambito dell’accordo tra Presidenza del Consiglio dei Ministri, Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale e la Regione del Veneto per la valorizzazione dei territori colpiti dall’evento Vaia in memoria della Grande Guerra.
Nati per raccontare un territorio su cui i due gravi eventi, la prima guerra Mondiale e a cento anni di distanza il disastro di Vaia — generato dal cambiamento climatico e dall’impatto antropico sull’ambiente — hanno impresso tracce indelebili e dolorose, i due nuovi itinerari immersivi site-specific “Silent War” e “Silent Fly” hanno preso i passi dalla ricerca di Carlo Presotto e Paola Rossi sulla drammaturgia dei luoghi del Monte sacro alla Patria.
Entrambi i Silent Play sono frutto dell’attività di ricerca, formazione, laboratorio e indagine sul campo condotta negli scorsi mesi dall’équipe artistica della Compagnia La Piccionaia-Centro di Produzione Teatrale con la consulenza di esperti. Hanno collaborato lo storico militare Paolo Pozzato; il fotografo di paesaggio Tommaso Saccarola, gestore del Centro didattico ambientale "Valpore!", a Seren del Grappa; la guida escursionistica Dario Ferroni, gestore del Rifugio “Alpe Madre”, a Solagna; l’agricoltore e formatore Johannes Keintzel, dell’associazione “Coltivare Condividendo” di Seren del Grappa e Alessandro Olin, pilota del Montegrappa Tandem Team. Il percorso ha visto anche la partecipazione di alcune classi dell’ITET “Einaudi” e dell’ENAIP di Bassano e ha offerto la possibilità agli allievi di approfondire tematiche legate alla conoscenza, alla cura, allo sviluppo sostenibile e alla valorizzazione del territorio e di contribuire alla raccolta dei contenuti per le drammaturgie.
Dunque, in dettaglio, un itinerario a piedi sui sentieri di Col Moschin, nel comune di Solagna, un’area che fu prima teatro di guerra (proprio il 16 giugno si è ricordato l’anniversario della battaglia omonima) e oggi porta i segni del passaggio funesto di Vaia, e un’esperienza che include un volo in parapendio biposto con i piloti di Montegrappa Tandem Team sui cieli del Grappa, con partenza da Borso: sono queste le due esperienze che condurranno il pubblico alla scoperta di terra e cielo del Monte Grappa, con l’obiettivo principale di mantenere vivo il ricordo dei due eventi e stimolare la riflessione, sul piano sia della conoscenza storica, che dell'esperienza umana. “Silent War” e “Silent Fly”, i due racconti sonori in movimento, saranno condotti da un performer e ciascun partecipante indossa un paio di cuffie wireless per immergersi in una drammaturgia originale che racconta il paesaggio circostante: in “Silent War”, nel sonoro gli echi degli schianti del Col Fenilon e delle trincee del Col Moschin, teatro di battaglie sanguinose che si svolsero sui dossi e contrafforti che caratterizzano il massiccio, vicende e storie della vita naturale di uomini e alberi si intrecciano con i racconti della Grande Guerra, per un’esperienza che dà voce ai luoghi e al paesaggio; “Silent Fly”, con ritrovo al Centro di volo di Montegrappa Tandem Team, parte da un racconto che accompagnerà un’esperienza di ascolto di sé, del proprio respiro, dello sguardo verso il cielo e verso la terra, della propria immaginazione, e raggiunto il punto di lancio, in un panorama che grazie alle sue caratteristiche aerologiche non ha eguali in tutta Europa, meta ogni anno di migliaia di piloti e appassionati di volo in parapendio provenienti da tutto il mondo, sarà la volta del volo reale svolto in tandem, accompagnati dai piloti professionisti dell’associazione.
Grazie alla collaborazione con l’associazione culturale “Think Say Do”, inoltre, il progetto include la realizzazione di due mini-tour virtuali in 3D, che permetteranno la fruizione online dei due Silent Play.
Gli appuntamenti, gratuiti, si ripeteranno nei fine settimana del 24 e 25 luglio, del 7 e 8 agosto, e dell’11 e 12 settembre. I posti sono limitati e la prenotazione obbligatoria (Silent Fly registra già il tutto esaurito). Per informazioni: reborn.piccionaia.org/

Pubblicità

Opera EstateMostra

Ultimora

Più visti