Pubblicato il 10-06-2020 07:25
in Mostre | Visto 417 volte

Per Dante

A Cittadella, è aperto fino al 23 agosto un percorso dedicato al Sommo Poeta dove si fondono elementi di storia, letteratura e teatro nell’ottica della divulgazione

Per Dante

Dante Alighieri

A Cittadella, in rispetto alle indicazioni della normativa che prevede l'apertura al pubblico di musei e altri luoghi di cultura con ingressi regolamentati, è aperto il percorso "Cittadella e il Veneto nella commedia di Dante", alla Chiesa del Torresino.
Il percorso sarà fruibile fino al 23 agosto all’interno di una mostra dedicata a celebri personaggi del territorio citati da Dante Alighieri nella Divina Commedia e ai luoghi visitati dal Poeta nella sua permanenza in Veneto durante il suo esilio.
La rassegna a cui fa capo il percorso, organizzato in concerto da un pool di associazioni, gruppi, enti e dal Comune, è stata progettata in occasione dell’800° anniversario della fondazione di Cittadella (1220) e in vista in un balletto di cifre del 2021, anno nel quale si ricorderanno i 700 anni della morte di Dante. Il filo rosso che collega i due eventi di ampio respiro storico e culturale è anche un filo di parole: tra le altre che incrociano storia e narrazione si può ricordare che la Torre di Malta collocata nei pressi di Porta Padova dove oggi è ospitato il Museo Archeologico, che ai tempi di Ezzelino III serviva da carcere e luogo di tortura, anche se non c’è la certezza storica assoluta della corrispondenza che diversi luoghi si contendono è citata da Dante nei versetti n. 52-54 del nono Canto del Paradiso. L’iniziativa ha anche il merito di valorizzare, benedetto dal Sommo Poeta, il magnifico camminamento a tutto tondo sulla cinta muraria restaurato e inaugurato nel 2013 che circonda il centro storico di Cittadella, unica città murata europea ad avere un camminamento di ronda medievale, di forma ellittica, completamente percorribile (aperto in questi giorni con ingressi contingentati).
Tra le altre attività previste dalla rassegna, fra le quali ha spiccato una maratona di lettura dantesca da record che ha ben superato gli ottocento partecipanti schierati sulle mura che si è svolta lo scorso febbraio, gli organizzatori hanno allestito questo percorso audioguidato, curato da Matteo Biscella e da Stefania Carlesso — quest’ultima è la voce femminile in audio, mentre la voce maschile è quella di Alessandro Anderloni (l’audio è disponibile anche in versione inglese) — dove si fondono elementi di storia, letteratura e teatro nell’ottica della divulgazione. La narrazione è affidata a sei personaggi: Ezzelino III da Romano, Jacopo da Sant’Andrea, Reginaldo degli Scrovegni, citati nell’Inferno; Gherardo da Camino e Gherardo da San Zeno, citati nel Purgatorio e unica donna Cunizza da Romano, raccontata nel XI canto del Paradiso.
Per chi vorrà seguire il percorso della mostra, sono assicurate modalità di fruizione che evitano l’assembramento di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche della Chiesa del Torresino, con invito ai visitatori di rispettare la distanza di sicurezza indicata dal decreto in vigore, per quanto riguarda l’ascolto di audioguide i visitatori devono utilizzare dispositivi e auricolari propri.
Orari: martedì a domenica ore 16–19.30; lunedì chiuso; per informazioni: info@dante800.it

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti