Laura Vicenzi
bassanonet.it
Pubblicato il 13-11-2018 08:42
in Associazioni | Visto 519 volte
 

Buon compleanno, Google

Giovedì 15 novembre, a Marostica, i festeggiamenti dei 40 anni della Consulta delle associazioni e dei 35 anni del periodico “Cultura Marostica” propongono un appuntamento dedicato a un altro anniversario importante: il ventennale di Google

Buon compleanno, Google
Giovedì 15 novembre, a Marostica, in Chiesetta San Marco, il ciclo di incontri per i festeggiamenti dei 40 anni della Consulta delle associazioni e dei 35 anni del periodico “Cultura Marostica” propone un appuntamento dedicato a un altro anniversario importante: quello del ventennale di Google.
Google è nato come progetto di due studenti dell’Università di Stanford nel 1997 ed è diventato una società il 4 settembre 1998. In vent’anni questa innovazione ha rivoluzionato il mondo di internet e non solo.
Oggi “Google” è diventato sinonimo di ricerca: il punto di partenza di milioni di viaggi virtuali, un universo che include gli strumenti più utilizzati nella nostra quotidianità (posta elettronica, cellulari, video, navigatori…). Non solo, Google è entrata anche nel business dell’hardware e del software.
Secondo una ricerca promossa dalla Colombia, da Harvard e dall’università del Wisconsin-Madison, l’effetto di Google sulle nostre vite è tale da cambiare il modo in cui pensiamo. Non servono più sforzi per cercare quello di cui abbiamo bisogno: su Google possiamo «trovare di tutto: i nostri vecchi compagni di classe, articoli e approfondimenti, ma anche il nome di quell’autore che avevamo sulla punta della lingua», e questo avrebbe un’influenza acclarata sulle nostre capacità di ricordare, per l’utilizzo costante della “memoria transattiva” —il modo con cui ci affidiamo agli altri per ricordare alcune informazioni, la prassi di modalità d'accesso ai saperi.
Il web si starebbe trasformando in una memoria esterna che ci aiuta a ricordare e a recuperare informazioni. Un memoria affidabile?
Google ha saputo rendersi quasi indispensabile, ma la sua gratuità cela un prezzo ancora difficile da determinare.
Se ne discuterà nel corso della serata con Mariangela Cuman e Iride Missaggia, delle associazioni Uciim e Marostica Archeologia.
L’incontro avrà inizio alle ore 20.30.
L’ingresso è libero.