Pubblicato il 03-09-2017 09:33
in Magazine | Visto 857 volte

E.motion teatro

Ultima giornata ieri, sabato 2 settembre, per B.Motion Teatro 2017

<i>E.motion</i> teatro

il pubblico al CSC Garage Nardini applaude lo spettacolo Super Ginger (da Facebook)

Nell’ultima giornata di B.Motion Teatro, la sezione di Operaestate dedicata al Contemporaneo e alla ricerca in campo teatrale, tre sono stati gli spettacoli in cartellone: Super Ginger, proposto da Stivalaccio Teatro, Overload_studio, del collettivo “Sotterraneo”, di Firenze, e Tropicana, creazione di Frigoproduzioni.
Volendo individuare un filo rosso che collega le interessanti proposte che si sono susseguite in quest’ordine al CSC Garage Nardini e al Teatro Remondini, è il tema dell’attenzione, dell’ascolto, il catalizzante che ha dato vita alle riflessioni declinate coi linguaggi del teatro messe in scena.
Se la clownesca, energica e struggente Ginger davvero super animata da Anna De Franceschi cerca con tutta se stessa l’attenzione di un uomo, o meglio di un ammiratore, di un innamorato, colui “che fa finta di essere” David Foster Wallace, il grande scrittore americano morto suicida nel 2008 — e più tardi anche Stephen King e l’uomo-pesce — ma soprattutto lui, il re pallido creatore di quel capolavoro della divagazione che è Infinite Jest, con la visionarietà tipica dei grandi scrittori sa, scrive e dice (ma è interrotto, troncato, fermato) che il futuro è destinato al non ascolto, all’incapacità del lettore/spettatore di prestare l’attenzione che serve per un tempo sufficiente, tutti distratti dai link in collegamento e vittime del sovraccarico; e anche Tropicana, la canzone-tormentone del Gruppo Italiano che fu un fenomeno discografico negli anni ’80: alzi la mano — sembrano suggerire gli attori di Frigoproduzioni — chi si è mai accorto che il testo della canzone, di cui ricordiamo il mantra ripetuto a ritmo di calypso, descrive l’avvento di un’apocalisse.
Accanto al divertimento assicurato, una promessa mantenuta, la playlist di spettacoli proposti da B.Motion in questa sei giorni dedicata al teatro di ricerca contemporaneo utilizzando lo spazio scenico, corpi e voci degli attori, andando a solleticare le parti atrofizzate di quello che è l’immaginario collettivo, ha offerto al suo pubblico tante occasioni di rispecchiamento e di riflessione sul presente inquadrandolo da diversi punti di vista, con arte.

LIBERTA' E' PAROLA #LIVE - INTERVISTA A LORIS GIURIATTI SUL SUO LIBRO "L'ANGELO DEL GRAPPA"

Ricominciano le nostre dirette e con un ospite capace di farci emozionare con la sua passione e le sue parole. Stiamo parlando del nostro amico...

Più visti