Pubblicato il 16-12-2013 07:21
in Scrittori | Visto 2.454 volte

Boccaccio in viaggio

L'ultimo incontro della rassegna "Auguri, Boccaccio!" ha narrato in Biblioteca viaggi e incontri dello scrittore del Trecento con altri grandi della sua epoca

Boccaccio in viaggio

Edoardo Menegazzo con due allieve del Liceo "G. B. Brocchi" in Biblioteca

Venerdì 13 dicembre, l’appuntamento conclusivo della rassegna dedicata dalla Biblioteca civica a Giovanni Boccaccio ha proposto un viaggio nella letteratura trecentesca di Geoffrey Chaucer, un “pellegrinaggio” virtuale tra i suoi testi che hanno subito l’influenza delle opere di scrittori come Boccaccio, Dante e Petrarca.
Edoardo Menegazzo, docente al Liceo “G. B. Brocchi”, ha fatto tornare il pubblico sui banchi di scuola a ripercorrere i passi della vita e dell’opera di Chaucer, altro “grande” della letteratura di tutti i tempi – anche lui, come Dante, proclamatosi “sesta stella”, in ordine di brillantezza, nel firmamento letterario all’epoca noto.
All’interno della sua lezione, Menegazzo ha collocato il tema del rapporto tra la letteratura italiana del Trecento e quella inglese, mettendo in luce analogie e differenze (in termini di temi, personaggi, prosa) che legano il capolavoro di Geoffrey Chaucer – l’ultima opera, peraltro giunta a noi incompleta, cioè I racconti di Canterbury – al Decameron di Boccaccio e ad altri testi che hanno illuminato il mondo letterario medievale italiano. Ad accompagnare gli interventi del docente, alcune ballate medievali anglosassoni eseguite dal vivo dalla docente Annalisa Roman e accompagnate alla chitarra da Jacopo Bonato, e poi la lettura in traduzione dei testi delle ballate da parte di alcuni studenti del Liceo.
Stefano Pagliantini, curatore della rassegna “Auguri, Boccaccio!”, ha colto l’occasione per ringraziare pubblicamente il personale della scuola bassanese per la partecipazione e la collaborazione fattiva alla riuscita della rassegna; ha rivolto un ringraziamento anche al pubblico che ha seguito gli incontri numeroso e attento, e ha inoltre ricordato che rimarrà visitabile fino a fine anno la mostra “Boccaccio: libri rari e di pregio nelle collezioni della Biblioteca civica”, che offre in esposizione alcune edizioni cinquecentesche e seicentesche dei libri di Boccaccio patrimonio dell’archivio cittadino.

LIBERTA' E' PAROLA - AVANTI CON CORAGGIO

Cari #amici di Libertà è Parola, il momento che stiamo vivendo richiede responsabilità e noi stiamo facendo la nostra parte, anche se vorremmo...

Più visti