Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 12-11-2009 22:23
in Sociale | Visto 11.260 volte

Inaugurata “Casa San Francesco”, centro di accoglienza per persone indigenti

La struttura, ristrutturata e ampliata al Margnan, è stata inaugurata oggi. 19 posti letto, servizi igienici, laboratori occupazionali e mensa serale per combattere l'emarginazione

Inaugurata “Casa San Francesco”, centro di accoglienza per persone indigenti

Una stanza del dormitorio, al primo piano, di "Casa San Francesco"

Si chiama “Casa San Francesco” ed è un centro di accoglienza per persone e famiglie difficoltà che possono trovare, nei suoi locali, un ricovero temporaneo.
La struttura, adiacente al convento dei Frati Francescani in Margnan a Bassano, è stata completamente ristrutturata - ampliando la precedente sede del dormitorio pubblico - e oggi ha avuto luogo l'inaugurazione ufficiale.
Il progetto, nato su impulso della precedente Amministrazione comunale, è stato realizzato secondo le indicazioni della Caritas Diocesana e finanziato da un importante contributo della Fondazione Cariverona.
La “Casa” propone diversi servizi per le persone indigenti e in difficoltà: un ricovero notturno con 19 posti letto (13 maschi e 6 femmine) con colazione, più bagni e docce che il sabato saranno disponibili per tutta la giornata.
Attivati anche dei laboratori occupazionali per l'inserimento socio-lavorativo, seguiti da educatori e da artigiani in pensione, per favorire la re-integrazione sociale delle persone emarginate.
Altro fiore all'occhiello del centro di accoglienza è la mensa serale, già trasferita dalla sede del Vecchio Ospedale, che sarà ampliata per l'intera settimana. Per la mensa diurna rimane invece attivo, come sempre, il servizio offerto dai Frati Cappuccini.
La gestione di “Casa San Francesco” è stata affidata dal Comune di Bassano alla Cooperativa “Avvenire” assieme alla Ceis di Schio. La mensa - con i pasti ricavati da alcune gastronomie e dal cibo inutilizzato della ristorazione scolastica, grazie all'iniziativa “Last Minute Market” - sarà invece gestita dall'Associazione “Casa a Colori”.
Diverse le autorità intervenute alla cerimonia inaugurale, che ha dato il via libera all'attività del centro per i cui servizi “è sempre più consistente la richiesta”.
A fare gli onori di casa, l'assessore comunale ai Servizi alla Persona Lorenza Breda con il sindaco Stefano Cimatti. “Questa struttura - ha dichiarato il consigliere della Fondazione Cariverona, avv. Luigi Binda - è la manifestazione del crocifisso, di cui tanto oggi si parla. Qui si apre una parentesi verso chi ha bisogno, senza differenze.”
“Casa San Francesco - ha sottolineato don Giovanni Sandonà, direttore della Caritas Diocesana vicentina - vuole diventare un polmone in questa città per disintossicarci dalle paure.”

Più visti