Pubblicato il 09-05-2014 14:06
in Enogastronomia | Visto 4.311 volte

Giovani ricette per l'Asparago Bianco Dop

I futuri chef si mettono in gioco per dare la loro visione dell'Asparago di Bassano Dop. Un concorso per una nuova visione della cucina territoriale, dedicato alla signora Santina Pezzin, donna simbolo della ristorazione bassanese

Giovani ricette per l'Asparago Bianco Dop

Foto di gruppo dei premiati del concorso

Si è tenuto al ristorante Al Camin di Bassano il concorso promosso dal Gruppo Ristoratori Bassanesi “Le giovani ricette con l'asparago bianco di Bassano DOP” riservato agli studenti delle scuole alberghiere.
Un concorso che quest'anno è stato dedicato alla signora Santina Pezzin recentemente scomparsa, donna simbolo non solo del ristorante Al Camin ma della ristorazione bassanese. Un giusto omaggio a chi ha contribuito in questi anni ad interpretare e inventare in cucina i bianco turione bassanese.
La sfida ai fornelli con l'asparago come protagonista mette in gioco le giovani promesse della ristorazione locale oltre alla scuola alberghiera di Roccaraso (AQ) gemellata con quelle del Veneto. Un momento denso di emozione per questi giovani ragazzi che per la prima volta si affacciano al giudizio extra scolastico.
Non è stato facile, per una commissione mista tra professionisti del settore, appassionati ed istituzioni, dare una votazione a queste presentazioni fantasiose. I giovani cuochi devono sperimentare portando nei piatti qualcosa che sia lo specchio della loro età, non sempre questo viene compreso, non sempre loro stessi riescono ad esprimere ciò che la mente gli detta.
Con qualche piccolo scivolone e qualche geniale intuizione il concorso si è concluso con un primo posto della scuola alberghiera Maffioli di Possagno che ha presentato un dessert di carattere capace di mettere a tacere molte proposte viste fin ora nei menù più blasonati. Un semifreddo di Asparago Bianco di Bassano Dop, capace di conservare le sensazioni organolettiche della materia prima restituendo dolcezza e cremosità, che intrappola un piccolo asparago verde con tutta la sua vegetalità. Un rincorrersi di sensazioni in perfetto equilibrio ed armonia.
Al secondo posto la Scuola Dieffe di Valdobbiadene con un risotto di Asparagi Bianchi e mele su crosta di sale con una quenelle di erbe spontanee e al terzo posto il Maffioli di Castelfranco con un filetto di maiale e asparagi fritti.
Al di la delle postazioni ha vinto l'entusiasmo per il concorso, negli occhi di questi ragazzi si legge il futuro, i sogni e le speranze che non possono essere negate.

Più visti