Pubblicità

Opera Estate Festival

Pubblicità

Opera Estate Festival

Paolo Massimiliano PaternaPaolo Massimiliano Paterna
Giornalista
Bassanonet.it

Contaminazioni

Reporters Sans Frontières e la Libertà di stampa in Italia, aspettando il 2023

Sebbene l’Italia sia scesa al 58° posto nella classifica mondiale, il report parla di un Paese dove il pluralismo non manca. Anche se pesano le minacce e le violenze subite dai giornalisti durante la pandemia

Pubblicato il 10-01-2023
Visto 5.697 volte

Pubblicità

Opera Estate Festival

Reporters Sans Frontières è un'organizzazione non governativa, no-profit, con l’obbiettivo dichiarato di promuovere e difendere la libertà di informazione e di stampa. L'organizzazione ha sede principale a Parigi, ha lo status di consulente delle Nazioni Unite.
Annualmente compila e pubblica una classifica dei paesi, che ne valuta la libertà di stampa, con l’ausilio di organizzazioni partner, corrispondenti in tutto il mondo, giornalisti, ricercatori, giuristi e attivisti.

La libertà di stampa è la nostra libertà. Poster incollato a forma di taglio sul muro nel quartiere di Trastevere, Roma.

Vediamo cosa dice nel dettaglio Reporters Sans Frontières sulla Libertà di stampa in Italia:

Panorama mediatico
Il panorama mediatico italiano è ben sviluppato e presenta un'ampia gamma di mezzi di comunicazione che garantiscono una reale diversità di opinioni. Il settore radiotelevisivo comprende diversi canali televisivi pubblici (come Rai 1) e stazioni radiofoniche pubbliche, oltre a molte stazioni radiotelevisive private. La stessa diversità caratterizza la carta stampata, che comprende quasi 20 quotidiani con una tiratura superiore a 20.000 copie (come il Corriere della Sera e La Repubblica), circa 50 settimanali con una notevole diffusione (come L'Espresso e Famiglia Cristiana), oltre a numerose riviste e una serie di siti web di notizie.

Contesto politico
I giornalisti italiani godono per lo più di un clima di libertà. Tuttavia, a volte cedono alla tentazione di autocensurarsi, sia per conformarsi alla linea editoriale della propria organizzazione, sia per evitare una causa per diffamazione o un'altra forma di azione legale, sia per paura di rappresaglie da parte di gruppi estremisti o della criminalità organizzata.

Quadro giuridico
Una certa paralisi legislativa frena l'adozione di diverse proposte di legge volte a preservare e persino migliorare la libertà giornalistica. Questo spiega in parte le limitazioni che alcuni giornalisti incontrano nel loro lavoro. La diffamazione non è ancora stata depenalizzata e la pandemia ha reso più complesso e laborioso l'accesso dei media nazionali ai dati in possesso dello Stato.

Contesto economico
A causa della crisi economica, i media nel loro complesso dipendono sempre più dagli introiti pubblicitari e da eventuali sussidi statali, mentre la stampa sta affrontando un graduale calo delle vendite. Il risultato è una crescente precarietà che mina pericolosamente il giornalismo, la sua energia e la sua autonomia.

Contesto socioculturale
La polarizzazione della società italiana durante la pandemia di Covid-19 ha colpito i giornalisti, che sono stati oggetto di attacchi sia verbali che fisici durante le proteste contro le misure adottate dalle autorità per combattere la pandemia.

La sicurezza
I giornalisti che indagano sulla criminalità organizzata e sulla corruzione sono sistematicamente minacciati e talvolta sottoposti a violenza fisica, compresi gli attacchi incendiari alle loro auto o alle loro case. Vengono orchestrate campagne di intimidazione online per "punire" i giornalisti che hanno il coraggio di approfondire temi delicati come la collusione tra famiglie mafiose e politici locali. Venti giornalisti sono attualmente protetti dalla polizia 24 ore su 24 perché hanno subito intimidazioni, minacce di morte o attacchi.

Nel 2022 l’Italia è al 58esimo posto nella classica mondiale sulla libertà di stampa, immediatamente prima del Niger. Vedremo il 2023.

Collegamenti in inglese
rsf.org/en/index
rsf.org/en/country/italy

Press Edition New

Bassanonet.it Press Edition

Più visti

1

Politica

05-07-2024

È giunta l’ora

Visto 11.625 volte

2

Politica

08-07-2024

Giada adesso

Visto 10.363 volte

3

Politica

05-07-2024

Luigi VII

Visto 10.233 volte

4

Politica

09-07-2024

Via col Momento

Visto 10.160 volte

5

Attualità

05-07-2024

Giro attorno al Fondo

Visto 10.084 volte

6

Manifestazioni

08-07-2024

Sold Out per i Take That al Marostica Summer Festival

Visto 8.114 volte

7

Manifestazioni

07-07-2024

Emma Marrone: una femme fatale sul palco di Marostica

Visto 7.549 volte

8

Lavoro

05-07-2024

Si amplia l’offerta dell’ITS Academy Meccatronico

Visto 6.578 volte

9
10

Industria

08-07-2024

Le mappe dei tesori

Visto 5.880 volte

1

Elezioni 2024

12-06-2024

Per chi suona la campagna

Visto 31.283 volte

2

Elezioni 2024

19-06-2024

Ultime lettere di Elena Pavan

Visto 29.077 volte

3

Elezioni 2024

21-06-2024

Facoltà di voto

Visto 28.585 volte

4

Elezioni 2024

19-06-2024

Impegno per Roberto

Visto 27.800 volte

5

Elezioni 2024

15-06-2024

Tutti insieme apparentemente

Visto 25.332 volte

6

Elezioni 2024

17-06-2024

Tribuno del popolo

Visto 24.917 volte

7

Elezioni 2024

18-06-2024

Press conference

Visto 24.166 volte

8

Elezioni 2024

24-06-2024

Gratta e Finco

Visto 22.510 volte

9

Elezioni 2024

20-06-2024

Big Bang

Visto 22.319 volte

10

Elezioni 2024

17-06-2024

La confederAzione

Visto 21.943 volte