Marostica
Marostica

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Politica

“Non lasceremo passare le scorciatoie della maggioranza”

Raffaele Grazia (Udc) attacca il progetto di nuovo regolamento del Consiglio Regionale. “Un tentativo di nascondere la totale inconsistenza della Giunta Zaia”

Pubblicato il 08-10-2010
Visto 2.679 volte

Marostica

“Se la maggioranza pensa di risolvere i suoi gravi problemi politici interni e di nascondere la totale inconsistenza della Giunta Zaia con l’approvazione di un Regolamento d’aula che, in sostanza, mette un bavaglio al dibattito in Consiglio Regionale annullando il ruolo delle minoranze, commette un grave errore di valutazione!”.
Lo dichiara il bassanese Raffaele Grazia, consigliere regionale Udc, in merito all'intenzione della maggioranza in Regione - annunciata peraltro in campagna elettorale dallo stesso Zaia - di approvare subito una modifica del regolamento consigliare che permetta di impedire l'ostruzionismo in aula. Un proposito che si scontra con la posizione delle minoranze, che hanno invece sostenuto che va prima approvato il nuovo Statuto, e successivamente il nuovo Regolamento del Consiglio Regionale
“Tutto questo - continua Grazia - è inaccettabile nel metodo e nel merito. Nel merito perché annulla il ruolo di controllo delle minoranze rispetto all’attività della maggioranza, nel metodo perché questo importantissimo cambiamento, che rivoluzionerebbe il ruolo stesso del Consiglio Regionale, non viene portato avanti all’interno dell’iter di approvazione complessivo dello Statuto, ma attraverso la scorciatoia del Regolamento d’Aula. Se questo Regolamento fosse approvato in via definitiva così com’é, ci troveremmo di fronte ad una maggioranza che poi potrebbe approvarsi il nuovo Statuto, cioè la Carta Fondamentale dei Veneti, a prescindere dalle minoranze.”

Raffaele Grazia: "No a una evenienza inaccettabile ed antidemocratica"

“Mi batterò in Aula - prosegue il consigliere regionale - con tutti gli strumenti a mia disposizione, contro questa evenienza inaccettabile ed antidemocratica, conscio della necessità di un’accelerazione dei lavori del Consiglio Regionale che però non può essere il pretesto per annullarne la funzione trasformandolo in un votificio delle proposte della Giunta!”
“Altrimenti - conclude - consiglio a Zaia di proporre direttamente l’abolizione del Consiglio Regionale e di sostituirlo con la Giunta, o meglio con lui solo !”

Più visti

1

Attualità

10-08-2022

Tu mi turbi

Visto 8.229 volte

2

Politica

09-08-2022

Crash Test

Visto 6.987 volte

3

Attualità

11-08-2022

Il quadro del Caravaggio

Visto 6.957 volte

4

Attualità

11-08-2022

C’era una volta Maria Meccanica

Visto 6.710 volte

5

Politica

12-08-2022

Cantando sotto la pioggia

Visto 6.655 volte

6

Attualità

09-08-2022

Slalom parallelo

Visto 6.570 volte

7

Attualità

09-08-2022

Benvenuti al Sud

Visto 6.305 volte

8

Imprese

11-08-2022

Latte millesimato

Visto 4.778 volte

9

Green Economy

09-08-2022

C’è un insetto nel biscotto

Visto 4.064 volte

10

Teatro

11-08-2022

Su fazzoletti di terra

Visto 3.480 volte

1

Attualità

26-07-2022

Il Genius della lampada

Visto 8.574 volte

2

Industria

27-07-2022

Le “Radici Future” crescono con la seconda edizione

Visto 8.518 volte

3

Attualità

10-08-2022

Tu mi turbi

Visto 8.229 volte

4

Politica

28-07-2022

Circus Pavan

Visto 7.651 volte

5

Politica

28-07-2022

La Novenovela

Visto 7.327 volte

6

Attualità

19-07-2022

Colpo di Genius

Visto 7.305 volte

7

Cronaca

19-07-2022

Signore delle cime

Visto 7.154 volte

8

Attualità

28-07-2022

Parco RAASM, la grande Oasi del territorio

Visto 7.141 volte

9

Politica

22-07-2022

Lucy in the Sky with Diamonds

Visto 7.048 volte

10

Politica

30-07-2022

Finché c’è VITA c’è Cunial

Visto 7.013 volte