Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 13-08-2010 17:33
in Cronaca | Visto 2.895 volte
 

Fulmine distrugge allevamento di bestiame a Conco

Uccise un'ottantina di vacche da latte. Danni per oltre un milione di euro

Fulmine distrugge allevamento di bestiame a Conco

Esclusa al momento l'ipotesi dell'incendio doloso. A scatenare il disastro sarebbe stato un fulmine

E' stato molto probabilmente un fulmine, nel corso del violento temporale abbattutosi la scorsa notte nel nostro territorio, a scatenare l'incendio che ha completamente distrutto un allevamento di bestiame a Conco, sull'Altopiano di Asiago.
Nel rogo, secondo i primi accertamenti dei vigili del fuoco, sono morte un'ottantina di vacche da latte, rimaste intrappolate tra le fiamme.
L'incendio si è esteso all'intera struttura, estesa su un'area di 1400 mq e da poco ristrutturata, devastando anche tutti i macchinari che si trovavano all'interno. Secondo le prime stime, i danni ammonterebbero ad oltre un milione di euro.
L'incendio è divampato attorno alle 4 di questa mattina in contrada Bielli, nella zona sud del comune altopianese, e si è sviluppato all'interno della stalla, rivestita in legno. Quando un residente ha lanciato l'allarme, le fiamme avevano già completamente avvolto l'allevamento.
Sul posto sono accorse sei squadre dei vigili del fuoco dei distaccamenti di Bassano del Grappa, Asiago e Vicenza, impegnate per tutta la giornata per il recupero delle carcasse degli animali e lo smassamento dei detriti.
I carabinieri della Compagnia di Bassano del Grappa, intervenuti per i rilievi, non hanno al momento rinvenuto alcun elemento che possa ricondurre ad un incendio doloso e l'ipotesi più accreditata è che a scatenare il disastro sia stato proprio un fulmine.
L’intera struttura, di proprietà dell’allevatore Antonio Crestani, 41 anni, residente nella stessa contrada, è stata dichiarata inagibile.