Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 27-07-2010 13:33
in Attualità | Visto 2.346 volte
 

Il ruggito strozzato

Il Leone Alato di Piazza degli Scacchi a Marostica versa in gravi condizioni di conservazione. A breve un intervento di restauro conservativo, promosso dall'architetto Roberto Xausa

Il ruggito strozzato

Il Leone Alato di San Marco a Marostica: urgono interventi di restauro

Il suo ruggito controlla la Piazza degli Scacchi di Marostica da quasi cinquecento anni, con il fiero sguardo rivolto verso Porta Vicenza quasi a sorvegliare l'arrivo di merci e prodotti e a scoraggiare l'ingresso di possibili malintenzionati.
Ma ora quel ruggito è strozzato e il Leone Alato di San Marco - realizzato nel 1527 e issato sulla colonna, dove ancora oggi si trova, dal podestà Andrea Bon nel 1555 - oggi chiede aiuto: il tempo, gli agenti atmosferici e il continuo scorrere del traffico veicolare stanno arrecando gravi danni al monumento che presenta vistose colate di sali minerali, carbonati e fessurazioni con licheni e funghi che certamente non offrono un’immagine curata dello storico manufatto.
La problematica situazione è stata presa a cuore dall'architetto Roberto Xausa, marosticense, che ha promosso - in veste di coordinatore generale - un progetto per l'esecuzione di un'importante opera di restauro conservativo del Leone e della colonna, da affidare alla mano esperta di un restauratore abilitato e da realizzare nel tempo previsto di circa un mese.
“La condizione attuale di questo importante monumento, testimone della Serenissima Repubblica Veneta - spiega l'arch. Xausa -, non può attendere ulteriori tempi per procedere ad un approfondito e rigoroso restauro lapideo.
L’iniziativa, prontamente appoggiata dalla Associazione Compagnia delle Mura, ma soprattutto sostenuta economicamente dalla Banca Popolare di Marostica, sempre attenta alla salvaguardia del patrimonio storico locale, ci permette ci ridare alla città un elemento storico-architettonico centrale nella scenografia di Piazza degli Scacchi.”
“Purtroppo - continua l'architetto - non sarà possibile far eseguire il restauro prima della prossima Partita a Scacchi, programmata a metà settembre, ma senz’altro gli interventi potranno essere eseguiti prima del periodo invernale.”
La Compagnia delle Mura, in particolare, curerà la realizzazione di un ponteggio perimetrale per accedere ai vari livelli di intervento mentre l'Ufficio Tecnico Comunale di Marostica garantirà la predisposizione dell'allacciamento elettrico ed idrico necessario ai lavori di restauro.