Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 08-04-2010 00:31
in Attualità | Visto 2.417 volte

Olimpiadi: Bassano sostiene Venezia 2020

La giunta comunale approva all'unanimità l'appoggio alla candidatura di Venezia per i Giochi Olimpici. Analogo consenso espresso anche dalle società sportive del territorio

Olimpiadi: Bassano sostiene Venezia 2020

Venezia 2020: pieno consenso dalla città di Bassano alla candidatura

La giunta comunale di Bassano del Grappa ha approvato il sostegno alla candidatura della città di Venezia come sede per le Olimpiadi del 2020.
La decisione è stata presa a seguito di una riunione dello scorso 29 marzo nella quale l’assessore comunale allo sport Alessandro Fabris aveva incontrato i rappresentanti di 43 società sportive bassanesi illustrando le ragioni per sostenere il capoluogo regionale.
All'appuntamento era presente anche il prof. Roberto Contento del Comitato “Venezia 2020”, che aveva chiaramente spiegato i motivi per cui la presenza dei Giochi Olimpici e Paraolimpici estivi del 2020 Venezia “sarebbe altamente auspicabile per il Veneto e per l’Italia.”
“Venezia - come emerso dall'incontro - è infatti un'innegabile e positiva ambasciatrice: per lo sport, per la cultura, per l’unicità e la ricchezza dei suoi monumenti oltre che, naturalmente, per le sue laboriose genti. Sarebbe inoltre un riconoscimento a tutto lo sport veneto, che si identifica negli ideali, nei valori, nell’etica e nelle regole del Comitato Italiano Olimpico.”
La delibera della giunta, unendosi al consenso già espresso dalle società sportive, sostiene dunque pienamente ed unanimemente tale candidatura.
Un'eventuale aggiudicazione delle Olimpiadi 2020 a Venezia e al Veneto avrebbe una ricaduta diretta anche sul territorio bassanese: per le gare olimpiche di canoa slalom, la Valbrenta - terra del campione olimpico della specialità Pierpaolo Ferrazzi - si è già infatti detta disponibile.

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti