Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 27-08-2009 01:16
in Economia | Visto 3.678 volte

Nove e la ceramica: una festa nel segno del rilancio

Ai blocchi di partenza la 12° edizione della “Festa della Ceramica - Portoni Aperti” a Nove. Il settore intanto sfida la crisi e guarda ai nuovi mercati di Cina, Russia e Dubai

Nove e la ceramica: una festa nel segno del rilancio

Il sindaco Manuele Bozzetto e la presidente dell'Associazione "Nove Terra di Ceramica" Rossella Rossi in conferenza stampa

“Nove fa 12” - dice il sindaco Manuele Bozzetto presentando in conferenza stampa la dodicesima edizione della “Festa della Ceramica - Portoni Aperti” di Nove.
Per un'intera settimana, dal 29 agosto al 6 settembre, sipario alzato sul mondo dell'arte ceramica locale con eventi, mostre, laboratori, iniziative culturali e gastronomiche. Un'occasione, negli auspici dell'Amministrazione comunale, per dare un chiaro messaggio di ottimismo sotto il profilo promozionale ed economico.
“Nove ha la vicepresidenza dell'Associazione Nazionale dei Comuni di antica tradizione ceramica, che in Italia sono in tutto 35 - spiega ancora il sindaco -. L'associazione organizza itinerari in modo coordinato e la Festa si inserisce in questa filiera di iniziative, per ora in ambito locale, ma con la prospettiva di allargare gli orizzonti sul modello della mostra-mercato “Argillà” che si svolge ogni anno a Faenza.”
I segnali positivi, nonostante la crisi, non mancano. Nove è il secondo Comune in Italia per l'export dei prodotti ceramici e i nuovi mercati si chiamano Cina, Russia e Dubai. Le partite Iva nel settore ceramico, in paese, sono attualmente 80 per un indotto di circa 400 addetti.
Il Ministero delle Attività Produttive ha inoltre concesso recentemente al Comune un contributo di 50mila euro a sostegno dell'attività promozionale delle aziende novesi della ceramica la cui produzione risponde ai requisiti dell'innovazione e della sperimentazione tecnologica.
Interessanti novità anche sul fronte della formazione: all'Istituto Statale d'Arte De Fabris di Nove partirà a settembre ( iscrizioni ancora aperte, senza limite di età ) un nuovo corso serale statale parificato, incentrato sulla ceramica, per il conseguimento della qualifica di “maestro d'arte”.
E già l'Amministrazione comunale pensa all'istituzione di una “Scuola permanente di formazione per la ceramica” rivolta alle nuove generazioni.
Intanto si pensa alla Festa, che vedrà protagonisti - come conferma la presidente dell'Associazione “Nove Terra di Ceramica” Rossella Rossi - 101 artisti e 33 aziende che apriranno i loro portoni per le dimostrazioni dal vivo delle varie tecniche di lavorazione della ceramica.
Due gli eventi clou: l'inaugurazione di sabato 29 agosto alle 17.30 e la “Cena sotto le stelle” in Piazzetta del Museo nella serata di sabato 5 settembre.
“Il nostro obiettivo - sottolinea il sindaco Bozzetto - è quello di attirare interesse e creare opportunità per le nostre imprese”.

LIBERTÀ È PAROLA #LIVE: “VIAGGIO AL CENTRO DEL PARLAMENTO” - Ospite: Vittoria Gheno

Seconda puntata di #libertàèparolalive. Direttamente da #Roma, questa settimana torna a trovarci Vittoria Gheno, la nostra giovane concittadina,...

Più visti