Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 17-11-2020 20:14
in Politica | Visto 1.506 volte

Miami Vice

Nicola Finco replica al PD sull'assunzione di Andrea Viero a responsabile della vicepresidenza del consiglio regionale. “Non c'è nulla di illegale o immorale, il PD di Bassano lancia accuse infondate”

Miami Vice

Il vicepresidente del consiglio regionale Nicola Finco (fonte immagine: Facebook/Nicola Finco)

Miami Vice. Dove “Vice” sta per “vicepresidente del consiglio regionale”. Nuova puntata del telefilm trasmesso da Bassano Netflix sulle avventure della Lega bassanese.
E dopo il capogruppo consiliare Roberto Gerin (vedasi articolo precedente), anche Nicola Finco replica al comunicato stampa del PD di Bassano, riportato ieri dal nostro portale e oggi dal quotidiano Il Giornale di Vicenza. Nella nota trasmessa alle redazioni, il Partito Democratico cittadino chiama in causa il vicepresidente del consiglio veneto per l'incarico di assistente conferito all'assessore comunale bassanese Andrea Viero. “Se segui gli ordini di partito (e l'esponente regionale giusto) - ha dichiarato nella nota il responsabile comunicazione del PD bassanese Domenico Riccio - un posto, e un buon stipendio, sono dietro l'angolo.” Finco respinge ogni osservazione nei suoi confronti, come da comunicato stampa che segue:

COMUNICATO

«Il PD bassanese sui quotidiani di oggi ha avuto un’altra trovata fantasiosa, non solo accusandomi di essere una sorta di ufficio di collocamento e di trovare posti di lavoro per “fedelissimi”, ma ventilando che dietro questi incarichi ci fosse qualcosa di losco, di illegale o immorale. In particolare, si è scagliato contro l’assunzione del nuovo responsabile della vicepresidenza in Consiglio regionale, Andrea Viero. Evidentemente gli esponenti democratici non sanno come funziona il sistema delle assunzioni, oppure hanno la malizia negli occhi. Perché, faccio loro notare, Viero arriverà in Consiglio in comando: significa che ha già un lavoro in un ente pubblico. Verrà solamente spostato. Questo, quindi, non comporta aumenti di costo a carico delle finanze pubbliche».
Nicola Finco (LV), Vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto, risponde così alle polemiche sollevate dal PD di Bassano del Grappa.
«Alla pari dell’altra Vicepresidente del Consiglio regionale, esponente del Partito Democratico, ho assunto personale proveniente da enti pubblici - prosegue Finco -, e oltre tutto part time. È ovvio che, se devo chiamare un collaboratore che lavori con me, questo sia una persona che conosco. Non c’è nulla di illegale o illegittimo, non stiamo sottraendo risorse pubbliche di nascosto. Le delibere di assegnazione di incarichi del Consiglio regionale sono pubbliche, proprio perché il sistema è basato sulla massima trasparenza. E proprio grazie a questo, sappiamo che il PD stesso ha assunto al momento 6 persone. Se i democratici bassanesi non conoscono questi dettagli, possiamo fornire noi nomi e cognomi. Forse così impareranno che, prima di criticare senza fondamento ciò che fanno gli altri, è bene guardare cosa succede in casa propria. Se le priorità del PD di Bassano sono queste, abbiamo un’altra conferma che i suoi esponenti non sono concentrati sui reali problemi della nostra città, ma su banalità prive di fondamento».

LIBERTÀ È PAROLA #LIVE: “VIAGGIO AL CENTRO DEL PARLAMENTO” - Ospite: Vittoria Gheno

Seconda puntata di #libertàèparolalive. Direttamente da #Roma, questa settimana torna a trovarci Vittoria Gheno, la nostra giovane concittadina,...

Più visti