Pubblicato il 05-05-2020 11:24
in Cronaca | Visto 5.731 volte

H&M chiude: Dipendenti a casa

Il colosso del fast fashion lascia a casa 15 lavoratori e il centro storico di Bassano perde un altro negozio.

H&M chiude: Dipendenti a casa
Crollano anche i colossi. H&M, dopo l’emergenza Coronavirus degli ultimi tempi, è stata costretta a chiudere sette negozi storici in tutta Italia. Il marchio del fast fashion colpito dalla crisi del virus ha annunciato che dal 18 giugno in poi ad abbassare la saracinesca saranno le vetrine di due negozi a Milano, uno ad Udine e un'altro a Bari. Tra agosto e novembre a chiudere saranno invece Vicenza, con il punto vendita situato in Corso Palladio, Grosseto, Gorizia e, purtroppo, Bassano del Grappa.

In uno dei palazzi storici di via Roma aveva trovato luogo uno dei negozi più amati dalle giovani generazioni e, se per alcuni era stata una scelta del tutto discutibile, per altri è stato un semplice sospiro di rassegnazione pensando “almeno qualcuno avrà le risorse per mantenere e ristrutturare un luogo così centrale in questa storica città”. Dal 2016, dunque, è stato un elemento fondamentale per lo shopping bassanese e soprattutto ambiente di lavoro giovane che prometteva dinamicità e possibilità di carriera. Ad oggi, invece, i quindici dipendenti che sono rimasti in attesa di riprendere il lavoro dopo il fermo attività di queste settimane, si troveranno senza impiego.

Sul piede di guerra i sindacati, che dopo l’annuncio delle chiusure, si sono messi subito in moto a sostegno dei lavoratori, contestando “la scelta cinica e inaccettabile che ha gettato nello sconforto e nel dramma molte famiglie”. Infatti, è da mettere in luce che oltre a questi licenziamenti, non verranno rinnovati nemmeno i contratti determinati su gli altri punti vendita del vicentino. Pertanto la Filcams Cgil di Vicenza ha comunicato la propria richiesta “di rivedere la posizione all’azienda richiamandola alla responsabilità sociale ed occupazionale ad ogni livello”.

La battaglia è appena cominciata, ma ha già provocato le sue vittime. Da una parte i dipendenti del negozio bassanese si ritroveranno a dover cercare un altro impiego, mentre dall’altra un altro tema busserà di nuovo insistentemente alle nostre porte. Un altro negozio del centro chiude i battenti, Bassano pian piano si sta svuotando, dobbiamo attendere che tutto il suo splendore appassisca o ci saranno nuove misure per incentivare i commercianti a ripopolare le piazze?

Libertà è Parola

LIBERTÀ E' PAROLA - #civediamoasettembre

#LIBERIDIRACCONTARCI non è solo un titolo, ma una presa di posizione che come Libertà è Parola abbiamo voluto portare avanti, anche durante mesi...

Più visti