Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 17-11-2019 12:07
in Cronaca | Visto 729 volte
 

Che tempo che fa

Ponte Vecchio sempre chiuso e livello del Brenta in rialzo. Ma è allerta arancione per criticità idraulica su tutto il territorio regionale

Che tempo che fa

Foto: Alessandro Tich

Il titolo l'ho già usato altre volte, ma periodicamente ritorna sempre di attualità.
Da ieri sera la situazione meteorologica è tornata nuovamente a peggiorare in tutto il Nordest. Emergenza di Venezia a parte, da ieri e fino alle 24 di domani, lunedì 18 novembre, in Veneto è stata dichiarata l'allerta rossa per criticità idrogeologica sul bacino idrografico Alto Piave e l'allerta arancio sul bacino Piave Pedemontano.
Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha inoltre dichiarato l'allerta arancio per criticità idraulica sulle rete principale, sempre fino alle 24 di domani, su pressoché l'intero territorio regionale.
Per quanto riguarda l'intero contesto geografico attorno a noi, vengono sottoposti a monitoraggio speciale tutti i fiumi, in particolare Piave, Livenza, Brenta e Bacchiglione. Nella zona del basso Piave i sindaci hanno disposto ordinanze di sgombero delle zone golenali mentre è stato superato il secondo livello per il Brenta a Bassano dove viene monitorata, in particolare, la situazione del Ponte. A Venezia il Centro Maree ha confermato l'arrivo dell'alta marea di 1,60 metri verso le ore 13.
In montagna la quota neve si è progressivamente rialzata sulle Prealpi e sulle Dolomiti meridionali da 900-1200 m. a 1800 m. Persiste l'attenzione massima per il rischio valanghe nei Comuni dell'Alto Agordino.
Il Brenta a Bassano (dato aggiornato alle ore 11.30) ha fatto registrare il livello di 2.65 metri alla stazione di rilevamento di Ca' Barziza, con tendenza all'aumento della quota idrometrica rispetto alle prime ore della mattina. Il Ponte Vecchio resta ancora precauzionalmente chiuso, fino a nuovo ordine. Per eventuali emergenze in città è attivo il numero 0424 519266.

Articolo in aggiornamento.