Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 09-06-2016 13:19
in Attualità | Visto 2.889 volte

Una Valle di speranze

“Turismo sostenibile nella Pedemontana del Brenta”. Domani alla Sala del Museo del Tabacco a San Nazario convegno di Territori del Brenta e Urban Center Bassano. Parte un ciclo itinerante di incontri sull'attrattività d’area

Là nella Valle c’è una conferenza.
Prosegue la serie di eventi sul territorio generata dalla mostra “CONFRONTI - Idee & Progetti in piazza”, allestita nelle scorse settimane nella chiesa di San Giovanni a Bassano del Grappa su impulso delle associazioni culturali Territori del Brenta e Urban Center Bassano per informare i cittadini su alcuni tra i più importanti progetti riguardanti il comprensorio e promuovere una visione del nostro territorio come “sistema di attrattività”.
Dopo avere giocato in casa, i promotori dell’iniziativa ora vanno in trasferta.
Accadrà più volte, dal momento che il ciclo di incontri - iniziato a Bassano con la conferenza “Culture Sostenibili. Riuso e valorizzazione del patrimonio pubblico” - è itinerante ed è mirato a coinvolgere l’intero territorio dei 19 Comuni compresi nel progetto del Marchio d’Area Territori del Brenta.
Si comincia dalla Valbrenta dove domani, venerdì 10 giugno con inizio alle 16.30, si terrà nella Sala del Museo del Tabacco a San Nazario il convegno “Turismo sostenibile nella Pedemontana del Brenta”.
L’incontro sarà introdotto dai saluti istituzionali di Luca Ferazzoli, presidente dell’Unione Montana Valbrenta e del vicesindaco di Marostica Simone Mattesco, referente per l'Intesa Programmatica d’Area “Pedemontana del Brenta” nell'OGD “Terre Vicentine”. Interverrà poi l’arch. Massimo Vallotto, dell’associazione Territori del Brenta nonché presidente del Museo Bonfanti-Vimar, con la relazione “Territori del Brenta: verso un distretto della sostenibilità e dell’attrattività”.
Spazio quindi agli interventi di Sabrina Marangoni dell’Università Ca' Foscari di Venezia (“Sociologia del turismo, una tesi sul Marchio d’Area”), di Elisabetta Emiliani del CIFIR - Consorzio Industriale Formazione e Innovazione Rovigo (“Migliorare i servizi di formazione, condividere le eccellenze”) e di Mauro Zanardo, “story planner” di Terre srl Venezia (“Accompagnare la partecipazione ponendo al centro l’identità, il paesaggio e la narrazione del territorio”).
Prima della conclusione del dibattito, con microfono al pubblico, prenderà la parola Andrea Cunico Jegary, consulente di marketing strategico e presidente dell’associazione Territori del Brenta (“Tavolo di Marketing Territoriale, una governance per elevare l’attrattività di un territorio emergente”).
“Le associazioni culturali Territori del Brenta e Urban Center Bassano - spiega un comunicato degli organizzatori - intendono evidenziare e diffondere la consapevolezza delle priorità e delle potenzialità locali già esistenti.”
“La convinzione - prosegue la nota - è che la comunità debba essere più informata, essere chiamata ed accompagnata - con competenza - a prendere decisioni condivise in merito allo sviluppo della cultura dell'identità locale e alla creazione del turismo del proprio territorio. Il convegno vuole far emergere alcuni aspetti finora poco discussi, in particolare si vuole cercare di creare maggior consapevolezza di come oggi la leva economica più importante sia il binomio cultura e turismo.”
“Nel corso degli interventi - conclude il testo - si cercherà di chiarire a chi spetta il ruolo di favorire, di attivare e di coordinare dal basso i processi formativi e partecipativi sul territorio, verso un cambiamento necessario di innovazione.”
E’ tutto chiaro?

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti