Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 19-12-2015 22:15
in Attualità | Visto 2.997 volte
 

S.P.Q.R.

Sempre Presente Questo Roberto: il presidente degli Albergatori Astuni invitato a Roma per l'ultimo ciak della fiction “Di Padre in Figlia”. Con l'attrice concittadina Francesca Cavallin. E, nell'occasione, lancia una proposta per Bassano

S.P.Q.R.

Francesca Cavallin e Roberto Astuni con l'ultimo ciak "italiano" della fiction

S.P.Q.R. Ovvero: Sempre Presente Questo Roberto.
Roberto Astuni - alias Robert De Niro, dopo la sua performance recitativa nel set bassanese della fiction “Di Padre in Figlia” - colpisce ancora.
Sempre e ancora folgorato sulla via della serie Tv, prodotta dalla BiBi Film per Rai Fiction e annunciata nei palinsesti 2016 di RaiUno, per la quale ha collaborato agli aspetti organizzativi e logistici in veste di referente di Vicenza Film Commission.
Dopo i quasi due mesi di riprese a Bassano del Grappa, la produzione televisiva si è trasferita a Bracciano (Roma) e in centro a Roma per girare alcuni interni. Ieri è stato chiamato l'ultimo ciak “italiano” della fiction, che racconta le vicissitudini di una famiglia bassanese di grappaioli e che a gennaio concluderà la produzione con alcune scene da girare in Brasile.
Poi, per il regista Riccardo Milani, inizierà il lungo lavoro di montaggio e post produzione. E proprio Milani in persona ha invitato il nostro concittadino a partecipare, nella capitale, all'ultimo giorno di riprese.
L'invito era arrivato “in diretta” in occasione della cena reunion organizzata da Astuni tre settimane fa, con la partecipazione di molte comparse bassanesi: un momento conviviale per scambiarsi racconti e aneddoti sull’esperienza vissuta con il cast e con la troupe.
In quella occasione il regista e l'attore protagonista Alessio Boni, in collegamento telefonico, avevano salutato le oltre 80 persone presenti sottolineando “il grande feeling creatosi con tutta la città di Bassano”.
Da qui l'invito, a Robert l'onnipresente, a scendere a Roma per presenziare al set dell'ultimo ciak. La visita del presidente degli Albergatori nella capitale ha avuto luogo ieri, nell'ultima giornata caratterizzata da riprese in pieno centro a Roma, in via Cola di Rienzo proprio vicino al Vaticano.
Astuni non è arrivato a mani vuote: ha portato infatti per festeggiare una bottiglia di prosecco di sei litri ed un panettone artigianale di ben cinque chili preparato per l’occasione dal maestro pasticcere Riccardo Antoniolo di Bassano. E’ inutile dire che tutta la troupe ha gradito il ”brindisi” bassanese.
Del resto, se non se magna a Roma, dove se magna? Grande calore quindi, “con saluti, baci e abbracci”, come riferisce il diretto interessato.
Milani ha ripetuto quanto detto in conferenza stampa a Bassano: “I bassanesi sono persone per bene, fantastici.” Dopo le foto di rito, Astuni ha potuto salutare anche i piccoli attori veneti che si sono trasferiti a Roma per l’occasione, capitanati da Mira Pozzato. Presente all'ultimo ciak anche l'attrice bassanese Francesca Cavallin, una delle protagoniste della fiction, che al termine dell'impegno ha ricevuto un meritato applauso finale da tutta la troupe. Giornata piena, perché si è girato in tre set diversi. L’ultimo è stato la ricostruzione di una cabina del “Rischiatutto” (che verrà poi inserita graficamente in una vera puntata del quiz degli anni '70 con Mike Bongiorno).
Alle 17, a riprese finite, l'ospite bassanese ha incontrato i vertici della casa di produzione BiBi Film, che hanno sottolineato e ribadito l'impegno di Vicenza Film Commission, della Regione Veneto e dell'Amministrazione comunale di Bassano del Grappa per la buona riuscita della produzione della serie Tv.
Astuni è stato quindi invitato dal regista Milani e da gran parte della troupe a una cena in una tipica trattoria romana al Testaccio.
Quando, ordunque, potremo gustare in televisione i frutti di cotante fatiche? Calcolando che per il montaggio della fiction ci vorranno almeno tre mesi, le puntate saranno pronte verosimilmente ai primi di maggio, quindi a stagione televisiva avanzata. Ed ecco che le “voci di corridoio”, come sempre bene informate, concordano sulla data di messa in onda che sarà, molto probabilmente, a fine settembre 2016.
A tale riguardo, i vertici della BiBi film hanno accolto con favore una proposta di Astuni che andrà concertata con l’Amministrazione comunale: quella di creare un evento a Bassano una o due settimane prima della messa in onda ufficiale, con regista e attori e - grazie ad accordi con Rai Fiction - trasmettere in anteprima la prima puntata della fiction, che oltretutto è quella dove Astuni recita la parte di un professore. Un evento che, sotto il profilo organizzativo, dovrà coinvolgere direttamente la Rai, Film Commission e il Comune di Bassano. E a proposito di Comune: all’incontro romano per l'ultimo ciak di “Di Padre in Figlia” era stato invitato anche l’assessore Giovanni Cunico che, per impegni precedentemente presi, non ha potuto esserci.
A assesso', che te sei perso!