B.

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Attualità

Trapianto di renne

Dopo la recente morte delle tre renne che costituivano l'attrazione dei mercatini natalizi il Comune di Gallio “con non pochi problemi e peripezie” ne fa arrivare altre tre dalla Lapponia. Il sindaco: “Diverranno le nuove mascotte del Natale”

Pubblicato il 18-12-2013
Visto 2.988 volte

B.

La cronaca “natalizia” ci porta oggi a Gallio. Dove le renne, simbolo dell'immaginario collettivo collegato alla figura di Babbo Natale, sono di casa.
Nel Comune dell'Altopiano vivevano infatti già tre esemplari dei simpatici cervidi del Nord: si chiamavano Caio, Adri e Flokk e da alcuni anni erano diventati l'attrazione assoluta dei mercatini natalizi, gettonatissimi per le foto ricordo soprattutto dei bambini.
Lo scorso agosto, purtroppo, i tre animali originari dalla Lapponia sono morti a seguito di quella che il servizio veterinario dell'Ulss n.3 aveva diagnosticato come “intossicazione alimentare”: sembra che le tre renne, mantenute in area protetta nel recinto in zona Pakstall in gestione alla locale riserva di caccia, abbiano brucato delle erbe per loro tossiche che ne hanno provocato il decesso. Non era andata meglio ad Angiola, una delle prime renne “altopianesi” nonché madre di Adri, morta nel 2010 a seguito di un accertato avvelenamento, provocato questa volta molto probabilmente - secondo le testimonianze dell'epoca - dall'incursione notturna di un cosiddetto essere umano.

Due delle tre giovani renne arrivate a Gallio dalla Lapponia

Il Comune di Gallio tuttavia non si è dato per vinto e nonostante i tristi precedenti sia era ripromesso, “dopo la dolorosa scomparsa di quelle che erano già presenti” di far vivere al paese “un nuovo Natale con gli aiutanti di Santa Claus”. Obiettivo che in queste ore, dopo un difficoltoso iter di importazione degli animali, è stato finalmente raggiunto.
“A Gallio, nella serata di martedì 17 dicembre - informa in una nota il sindaco Pino Rossi -, sono state consegnate da due lapponi, i fratelli Hari, tre bellissimi esemplari di renna, un maschio e due femmine, provenienti dalla Lapponia.
Dopo la morte di Caio, Adri e Flokk nell’agosto scorso, l’Amministrazione comunale di Gallio, consapevole dell’importanza degli animali quale simbolo del Natale di Gallio e dei suoi mercatini, ha fatto tutti gli sforzi possibili per poter far ritornare le renne.”
“Con il contatto di un importatore della Valle d’Aosta - prosegue il sindaco di Gallio - siamo riusciti, con non pochi problemi e peripezie, ad accaparrarci tre bellissimi esemplari che, dopo un breve periodo di ambientamento in una stalla opportunamente predisposta, diverranno le nuove mascotte del Natale e dei mercatini di Gallio dove saranno presenti per tutto il periodo natalizio.”
L'Amministrazione comunale indirà a breve un concorso tra gli alunni delle scuole per dare i nomi alle tre nuove arrivate.
Trapianto di renne: missione compiuta.

Più visti

1

Politica

15-05-2022

“Doc” Paolo

Visto 10.728 volte

2

Politica

15-05-2022

Essere o non essere

Visto 10.715 volte

3

Politica

15-05-2022

Sogno di una notte di Mezzalira

Visto 10.415 volte

4

Politica

15-05-2022

La profezia di Moro

Visto 10.209 volte

5

Politica

15-05-2022

Ancora Tu

Visto 9.629 volte

6

Attualità

16-05-2022

Da Platoon al Cartoon

Visto 8.652 volte

7

Attualità

17-05-2022

Tour de l’Avenir

Visto 8.404 volte

8

Politica

16-05-2022

Il nome della Rosa

Visto 8.001 volte

9

Politica

17-05-2022

La guerra dei Roses

Visto 7.704 volte

10

Attualità

18-05-2022

La Corazzata Manfrotto

Visto 7.542 volte

1

Politica

13-05-2022

Area qua

Visto 12.608 volte

2

Attualità

10-05-2022

Maria che Biosfera

Visto 11.812 volte

3

Cronaca

11-05-2022

Il fumo fa male

Visto 11.651 volte

4

Attualità

11-05-2022

Salute!

Visto 11.436 volte

5

Politica

15-05-2022

“Doc” Paolo

Visto 10.728 volte

6

Politica

15-05-2022

Essere o non essere

Visto 10.715 volte

7

Attualità

11-05-2022

Tanta Rob

Visto 10.643 volte

8

Attualità

12-05-2022

Caesars Palace

Visto 10.568 volte

9

Attualità

09-05-2022

La Cosa

Visto 10.498 volte

10

Attualità

12-05-2022

Cosa dolce Cosa

Visto 10.449 volte