Alessandro Tich
Direttore responsabile
bassanonet.it
Pubblicato il 29-04-2013 16:20
in Attualità | Visto 2.986 volte
 

Chiesa, crisi e lavoro

Un messaggio dei preti del Vicariato di Bassano in occasione del 1° maggio: “Vicinanza e solidarietà a coloro che vivono il disagio lavorativo”

Chiesa, crisi e lavoro

Foto: archivio Bassanonet

In occasione dell'imminente ricorrenza del 1° maggio, riceviamo e pubblichiamo il seguente messaggio trasmesso a Bassanonet dai preti del vicariato di Bassano del Grappa:

MESSAGGIO DEI PRETI DEL VICARIATO DI BASSANO
A COLORO CHE VIVONO LA CRISI DEL MONDO DEL LAVORO

Alcuni giorni fa, abbiamo dedicato parte della nostra riunione mensile ai dati che registrano gli effetti pesanti della crisi economica sul mondo del lavoro del nostro territorio, colpendo soprattutto l’ossatura dell’economia locale, e cioè le piccole e medie imprese (produttive e commerciali) e l’artigianato.
Nell’imminenza del 1° maggio, abbiamo quindi deciso di esprimere vicinanza e solidarietà a coloro che vivono il disagio lavorativo, ritenendo di interpretare anche il pensiero dei confratelli non presenti dalla riunione.
Pure noi infatti incontriamo ogni giorno persone e famiglie segnate da lacerazioni personali e relazionali, per l’insicurezza e la povertà legate alla perdita o alla mancanza del lavoro; vediamo imprenditori in affanno per la fatica di far sopravvivere le loro attività, di cui si registrano chiusure continue; siamo preoccupati per i giovani privi di un futuro lavorativo credibile, e per le persone con disabilità, il cui accesso al mondo del lavoro è reso ancor più difficile dalla riduzione delle risorse per le attività del “privato-sociale”…
In questa situazione, legata a fattori complessi e di dimensioni generali, noi non abbiamo la possibilità di intervenire in modo incisivo; ma le nostre comunità cristiane stanno esprimendo, come possono, gesti e iniziative che cercano di offrire vicinanza e sostegno alle situazioni concrete di disagio che incontrano. Riteniamo comunque che - pur nella legittima attesa di interventi politici complessivi - la possibilità più concreta di trovare risposte alla crisi, sia legata a un impegno comune degli enti territoriali (amministrazioni pubbliche, associazioni di categoria, cooperative e enti impegnati nel sociale, ecc., e le stesse comunità cristiane, secondo la loro identità).
Appare infatti importante confrontarsi e individuare soluzioni condivise, anzitutto per la riqualificazione e il reinserimento lavorativi, così che le persone possano ritrovare la dignità di chi può provvedere alla propria vita e a quella della propria famiglia. Ci rendiamo conto che noi stessi, e le nostre comunità, abbiamo bisogno di maturare un’attenzione più forte e continuativa alla realtà del mondo del lavoro, e di proporre un annuncio del vangelo che sia accompagnato dai segni della giustizia e della solidarietà.
Nella fede in un Dio che ha affidato la terra al lavoro dell’uomo, e ha mandato il Figlio a salvare il mondo anche “lavorando con mani d’uomo”, vogliamo comunque condividere la speranza e la responsabilità per una convivenza più giusta e più fraterna, da costruire insieme.

Bassano del Grappa, 29 aprile 2013

I preti del vicariato di Bassano
presenti alla riunione del 24 aprile u.s.