Aiutiamo i nostri ospedali

CC intestato a Fondazione di Comunità Vicentina per la Qualità di Vita.
IBAN IT 37 S 08807 60791 00700 0024416 - Causale "Aiutiamo i nostri ospedali"

Campagna di raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus a favore dell'Ulss7 Pedementana in collaborazione con
Comune di Bassano del Grappa, Comune di Santorso, Comune di Asiago, Fondazione di comunità vicentina per la qualità della vita, Bassanonet.it

Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 26-03-2012 21:28
in Attualità | Visto 3.188 volte

Anche Bassanonet va “Back to Africa”

E' conto alla rovescia per la 7° edizione di B2A, la kermesse estiva a sostegno degli ospedali di Tanguiéta e Afagnan. Anche un cd celebrativo a supporto degli scopi dell'iniziativa. Quest'anno Bassanonet è il media partner della manifestazione

Anche Bassanonet va “Back to Africa”

Il gruppo di B2A, con le nuove t-shirt della manifestazione, a Villa Ca' Cornaro a Romano d'Ezzelino (foto Alessandro Tich)

Si chiama “Back to Africa”, ma per gli amici, semplicemente, è B2A.
A promuovere il progetto è un gruppo di persone del nostro territorio, legate dal comune affetto per il Continente Nero e spinte dal desiderio di costruire un appuntamento in grado di coniugare il divertimento e la cultura con la solidarietà.
Un singolare mix di “Black Music + People + Fun + Sun” (“musica nera, gente, divertimento e sole”) che da sette anni a questa parte trasforma per un intero weekend Villa Ca' Cornaro di Romano d'Ezzelino in un vero e proprio “Live Aid” in versione pedemontana.
Lo scopo della manifestazione, che di anno in anno ha sempre riscontrato un crescendo di successo e consenso, è quello di “mobilitare cultura di matrice africana presente nel territorio e farla ritornare in Africa sotto forma di aiuti operativi rivolti al suo futuro”.
Il ricavato di B2A e di tutte le azioni a supporto dell'evento viene infatti destinato alle attività delle missioni sostenute dall'associazione benefica U.T.A. Onlus (Uniti per Tanguiéta e Afagnan), in prima linea nell'assistenza ai bambini africani infermi e ai malati di Aids presso gli ospedali di Tanguiéta (Benin) e Afagnan (Togo): due angoli dimenticati del mondo che grazie a questa e ad altre iniziative hanno imparato il significato della parola “speranza”.
E intanto parte il conto alla rovescia per la 7° edizione della kermesse - in programma a Ca' Cornaro il 14 e 15 luglio -, e non è un modo di dire: nella home page del sito internet di B2A (www.back2africa.it/), il “countdown” infatti è effettivo e indica in tempo reale quanti giorni, ore, minuti e secondi mancano all'inizio della grande festa.
L'organizzazione di Back to Africa 2012 scalda i motori e fornisce le prime anticipazioni dell'evento in occasione dell'assemblea ordinaria di U.T.A. Onlus presso la sede dei Fatebenefratelli a Ca' Cornaro.
Tocca a Francesco Perin - che insieme a Nicola Farronato condivide l'impegno della regia organizzativa, affiancati da un team di altri attivissimi volontari - dare alcune informazioni in anteprima sul “work in progress” in preparazione dell'appuntamento di metà luglio.
A partire dal cd, nuovo di zecca, realizzato - peraltro con ampio anticipo - in vista delle future scadenze dei 50 anni degli ospedali di Tanguiéta e Afagnan (2014) e dei 10 anni di B2A (2015) e inserito nella strategia di un “progetto comunicativo a lungo termine”.
Il progetto del cd, coordinato da Roberto Pettenuzzo, è ovviamente finalizzato a supportare la raccolta fondi a sostegno dei due ospedali tramite l'U.T.A.
Il disco contiene 11 canzoni - eseguite gratuitamente dagli artisti esibitisi nelle precedenti edizioni della festa e da altre “voci nuove” del territorio, italiane e straniere - che ripercorrono la storia dell'Africa. Particolarmente significativa è la canzone “Back to Africa”, cantata in cinque lingue: senegalese, arabo, spagnolo, francese e cinese.
Non manca anche quest'anno la maglietta di B2A, diventata un oggetto da collezione sin dalle prime edizioni: anche la t-shirt, che presenta la stessa immagine riportata sulla copertina del cd, sarà come sempre messa in vendita per i benefici scopi dell'iniziativa.
La terza novità di quest'anno - ma annunciata per prima da Perin ai soci di U.T.A. - riguarda noi: Bassanonet, che ha accolto volentieri l'invito dell'organizzazione, è infatti il media partner ufficiale dell'edizione 2012 dell'evento.
Un'inedita sinergia tra una realtà del volontariato locale che allarga gli orizzonti verso il mondo e un portale locale che grazie a quella straordinaria piazza universale che si chiama web entra nel mondo tutti i giorni.
Negli oltre tre mesi del percorso di avvicinamento a B2A e durante la manifestazione, racconteremo con i nostri articoli la cronaca, le storie e le curiosità di questa bella e avvincente avventura.
Al termine dell'incontro a Ca' Cornaro, scattiamo una foto di gruppo agli organizzatori, collaboratori e sostenitori dell'iniziativa, tutti con la nuova maglietta di Back to Africa. Ci sono anche la piccola Menel e la signora Elisabetta Giuditta, quasi 90 anni portati splendidamente. Sono la più giovane e la più anziana del gruppo: segno che la solidarietà non ha barriere, non ha confini e soprattutto non ha età.

Più visti