Radici Future 2030
Radici Future 2030

Alessandra SchiaranteAlessandra Schiarante
Bassanonet.it

Magazine

Vie Di Fuga: dai workshop ai giovani designer un grande trionfo

Grande successo di pubblico per VIE DI FUGA, la tre giorni dedicata al contemporaneo e alla creatività in attesa della riapertura palladiana nel 2011.

Pubblicato il 19-01-2010
Visto 2.506 volte

Radici Future 2030

E’ stata accolta con grande entusiasmo Vie di Fuga, la tre giorni dedicata al contemporaneo organizzata dal Comune di Vicenza e dalla Regione del Veneto in collaborazione con fuoribiennale che ha registrato un grande successo di pubblico durante tutto il weekend.
Sin dal tardo pomeriggio di venerdì 15 massiccia è stata l’affluenza ai 13 tra incontri e workshop organizzati in varie sedi della città che hanno registrato oltre un centinaio di presenze per appuntamento. Centinaia anche le persone che sono accorse a YOUNG DESIGNER HOME, la mostra mercato del design allestita a Palazzo Valmarana Braga e organizzata da Coscadesign. Migliaia di persone hanno visitato i musei e le gallerie aperte e si sono riversate in centro storico a visitare le installazioni all’aperto e assistere alle performance. Tantissime anche le presenze durante la golden night di sabto 16 organizzata in partnership con la fiera di Vicenza durante la quale ristoranti e negozi sono stati aperti fino a tarda notte.
Esprime viva soddisfazione per la grande affluenza in tutti i luoghi della città l’assessore alla cultura Francesca Lazzari “Sono entusiasta per la partecipazione ai tantissimi eventi culturali e artistici in cartellone e in particolare ai workshop che sono stati frequentati soprattutto dai giovani. Con Vie di Fuga si è scoperta una Vicenza giovane e interessata alla contemporaneità.”

Un'istantanea dell'esposizione di "Young Designer"

Un esperimento andato a buon fine quello di Vie di Fuga. Una sorta di laboratorio sul futuro della città che in tre giorni ha chiamato a raccolta istituzioni, associazioni, commercianti, imprenditori, artisti e i più qualificati attori culturali vicentini e italiani in una pratica metodologica innovativa che ha visto una partecipazione e una condivisione degli obiettivi allargate in nome di una nuova visione di Vicenza in attesa della riapertura del più importante monumento palladiano.

Più visti

1

Attualità

24-09-2022

Canova e Super Sgarbi

Visto 7.054 volte

2

Politica

26-09-2022

Giorgia on my mind

Visto 6.864 volte

3

Attualità

24-09-2022

Bassano Papers

Visto 6.555 volte

4

Attualità

24-09-2022

To Bier or not to Bier

Visto 6.538 volte

5

Attualità

23-09-2022

Facciamo luce

Visto 6.099 volte

6

Attualità

23-09-2022

Più bianco non si può

Visto 5.796 volte

7

Banche

25-09-2022

Il fintech conquista anche il Veneto

Visto 4.509 volte

8

Industria

23-09-2022

Ancora pochi giorni e sarà “Radici Future 2030”

Visto 4.397 volte

9

Attualità

28-09-2022

Siamo Agri

Visto 4.178 volte

10

Politica

28-09-2022

I Grandi Fratelli

Visto 4.017 volte

1

Attualità

02-09-2022

La Pedemonata

Visto 15.834 volte

2

Politica

07-09-2022

L’Architetto del Grillo

Visto 15.272 volte

3

Politica

05-09-2022

Marinmoto

Visto 11.014 volte

4

Attualità

14-09-2022

Herr Bifrangi

Visto 8.381 volte

5

Politica

19-09-2022

Capitano Coraggioso

Visto 8.132 volte

6

Politica

07-09-2022

Astenersi perditempo

Visto 7.637 volte

7

Politica

06-09-2022

Voci sul vice

Visto 7.611 volte

8

Politica

11-09-2022

Angelo, Maria e Bepi

Visto 7.518 volte

9

Politica

09-09-2022

Niente a post

Visto 7.473 volte

10

Politica

06-09-2022

Impegno per Momento

Visto 7.119 volte